More
    Informazioni praticheBangkok è pericolosa?

    Bangkok è pericolosa?

    Bangkok è pericolosa? Quanto è pericoloso andare a Bangkok in ferie? Queste sono alcune delle domande che si pongono coloro che vogliono organizzare un viaggio in Thailandia e visitare la sua meravigliosa capitale.

    Bangkok non è una città pericolosa di per sé, bisogna solo avere alcune semplici accortezze come quando in genere si viaggia e si scelgono di visitare città estere.

    Secondo la Classifica Mondiale di Numbeo Bangkok è al 42esimo posto tra le città più pericolose dell’Asia su un totale di 99. Il suo indice di criminalità è pari a 40,98, il che la classifica come più sicura di tantissime città, anche europee come ad esempio: Bologna, Copenaghen, Milano, Marsiglia.

    Questo vuol dire che rispetto ad altre città turistiche Bangkok è comunque meno criminosa e pericolosa di altre mete europee.

    Quindi andare a Bangkok non è pericoloso, ma bisogna solo evitare di fare alcune cose e cercare di stare attenti, come in qualunque parte del mondo, ad eventuali truffe e quartieri che possono essere considerati pericolosi o comunque frequentati da truffatori e delinquenti.

    In questa guida accurata andiamo a scoprire nel dettaglio cosa non fare a Bangkok!

    Cose da evitare a Bangkok

    Ci sono alcune attività che è meglio evitare di fare a Bangkok, in quanto sono spesso truffaldine e pensate appositamente per derubare i turisti ed estorcergli denaro.

    Inoltre, bisogna fare attenzione principalmente al traffico e a chi guida i mezzi di trasporto in quanto ci sono spesso forti congestionamenti sulla strada, e gli autisti sono poco attenti alle regole del codice stradale.

    Andiamo ad esplorare meglio cosa è meglio evitare di fare a Bangkok.

    NON andare a un Ping-pong show!

    Sono tanti a conoscere i “Ping Pong Show” thailandesi. Questa pratica è così famosa e diffusa che spesso la svolgono anche nei locali di striptease negli USA e anche in altri paesi. Purtroppo, per chi voleva assistervi dal vivo nel paese di invenzione di questo show, il consiglio è di evitare di farlo a Bangkok!

    Questo perché in diversi di questi locali purtroppo si cela il mercato nero della prostituzione e spesso ci sono personaggi che all’interno del locale obbligato, soprattutto i turisti, a sborsare enormi somme di denaro per poter lasciare il locale e andar via.

    Non mostrare oggetti valore e fare attenzione ai furti

    Quando si va in vacanza bisogna fare molta attenzione ai furti e questo vale anche a Bangkok!

    Questa città ha una fortissima concentrazione di persone e soprattutto nelle aree turistiche è possibile trovarsi immersi in luoghi affollati in cui si aggirano facilmente i borseggiatori.

    Quindi: nelle zone in cui c’è molta gente, sui mezzi pubblici, nei mercati, in stazione bisogna fare attenzione e tenere ben stretti gli oggetti di valore senza sfoggiarli.

    Anzi se è possibile è meglio togliere i gioielli d’oro, orologi di valore, e non portare con sé molti contanti nel portafoglio, tenendo ben conservati anche i documenti e il passaporto, e fare attenzione alle carte di credito (infatti, tra le truffe spesso messe in atto c’è la clonazione di carte di credito).

    Una soluzione, ove possibile, è pagare con il contactless o se è possibile con Apple Pay o Samsung Pay.

    Non lasciare drink incustodito

    Soprattutto nelle discoteche e nei locali dove si balla e c’è musica è meglio non lasciare il proprio drink incustodito. Potrebbero drogarvi il drink con il fine ultimo di derubarvi dei vostri oggetti personali. Per questo motivo si consiglia di tenere il drink sempre con sé, senza perderlo di vista.

    Traffico nelle strade: attenzione quando si attraversa

    Il traffico a Bangkok è davvero molto intenso. E sono proprio gli incidenti stradali tra i principali pericoli per i turisti.

    I casi di incidenti riguardano i pedoni che rischiano di essere investiti, ma anche coloro che si trovano all’interno di taxi o peggio ancora di tuk tuk. Si deve fare anche molta attenzione a guidare un’auto o una moto a noleggio, perché spesso non sono sicuri e non sono revisionati.

    La guida molto caotica dei thailandesi rende dunque pericoloso noleggiare un mezzo (considerando anche che si guida a sinistra) ed è un pericolo per i pedoni che non attraversano guardando bene la strada.

    Quindi il consiglio è di: fare sempre attenzione prima di noleggiare un’auto o moto, stare attenti ad attraversare la strada.

    Attenzione ai Taxi e tuk tuk

    cosa non fare a Bangkok

    I taxi e i tuk tuk sono sicuri? Bisogna fare molta attenzione a prendere un taxi o un tuk tuk per girare a Banhkok e spostarsi da un quartiere ad un altro.

    Uno dei problemi principali dei tuk tuk è che vanno molto veloci, spesso sono instabili e può succedere che chi si trova alla guida porti i turisti in zone portuali, mercati o negozi dove poi si viene obbligati a fare un’acquisto.

    Per quanto riguarda i taxi bisogna scegliere sempre quelli ufficiali e soprattutto si deve chiedere al tassista la tariffa oraria prima di partire e chiedergli di accendere il tassimetro (perché capita che non lo facciano al fine di estorcere una somma più alta rispetto a quella che applicano di solito).

    Taxi a Bangkok: guidaScoprite di più

    Attenzione alle truffe: ecco le più comuni

    Nelle città turistiche come Bangkok è necessario fare molta attenzione alle truffe. Sono diversi coloro che si aggirano nella città e per lo più nelle zone vicino a templi o comunque nelle vicinanze delle principali attrazioni per circuire i turisti o per riuscire a truffarli. Abbiamo selezionato alcune delle truffe che sono più comunemente messe in atto.

    La truffa dell’uccellino

    La truffa dell’uccellino è pensata appositamente per cercare di derubare i turisti. Di solito, una persona si avvicina dicendo al malcapitato che un uccellino ha fatto i suoi bisogni sulla sua spalla e nell’intento di “pulire” la giacca, cerca di derubarlo. Questa è una truffa che dal Sud America ha raggiunto nel corso degli ultimi anni anche il Sud Est Asiatico e città come Bangkok.

    La truffa dei “Templi Chiusi”

    Un’altra truffa frequente è quella di informare i turisti che i templi, come il Wat Arun, sono chiusi durante specifiche feste o celebrazioni cittadine o religiose.

    In realtà, spesso questa è una scusa che viene utilizzata da chi vuole vendere al posto della visita ad un tempio, che è spesso gratuita, un viaggio in barca a prezzo “scontato” oppure un altro “tour” magari all’interno di mercati o negozi locali al fine di indurvi a fare degli acquisti.

    Questa truffa è così comune che è possibile vedere come in città soprattutto vicino le principali attrazioni come il Grand Palace, ci siano cartelli che avvisano i turisti dicendo “Attenzione agli sconosciuti troppo amichevoli”.

    Dunque, non fidarsi mai di chi si avvicina proponendo fantomatici giri in barca o tour, ma è sempre meglio controllare di persona se i templi sono aperti e accessibili.

    Battelli e traghetti a BangkokScoprite di più

    Truffe nei locali notturni

    I locali notturni sono molto famosi in Thailandia e a Bangkok, soprattutto in alcuni quartieri, ce ne sono tantissimi. Ed è proprio la loro fama e l’ampio turismo che mira al divertimento notturno a Bangkok che porta i truffatori a colpire principalmente all’interno dei locali notturni. Le truffe che avvengono in questi locali sono per lo più mirate a truffare gli uomini soli in cerca di divertimento o compagnia.

    Spesso ci sono promoter fuori dai locali che convincono gli uomini o gruppi di amici ad entrare all’interno di questi, dicendo che l’ingresso è gratuito e che si paga solo la consumazione. Il turista però entrato nel locale si ritroverà circondato da tante belle ragazze che non solo lo convinceranno ad acquistare sempre più cose da bere, ma alla fine per andar via bisognerà saldare un conto molto alto.

    Finte agenzie turistiche

    Infine, tra le strade di Bangkok soprattutto sulla Khao San Road è possibile trovare diversi truffatori e tra questi ci sono anche coloro che si fingono incaricati di agenzie turistiche del territorio al fine di derubare i turisti, facendogli pagare in anticipo, tour, giri in barca o sui tuk tuk che però non esistono o che non sono organizzati da loro, ma dalle vere agenzie per turisti.

    Mercanti di pietre preziose

    Infine, un’altra truffa è quella che concerne la vendita, soprattutto a nero, di pietre preziose. Se non siete esperti di pietre e diamanti meglio evitare l’acquisto, soprattutto tra le bancarelle del mercato oppure da persone che si avvicinano a voi nell’intento di venderle illustrando il tutto come “un vero affare”.

    Nel Sud Est Asiatico, infatti, è vero che si possono trovare rubini, smeraldi e pietre di buona qualità ma è necessario sia saper riconoscere una pietra vera sia rivolgersi a mercanti di pietre preziose di fiducia. Se non si conosce questo mercato, meglio evitare di fare acquisti che potrebbero rivelarsi solo una truffa.

    Quartieri più pericolosi di Bangkok

    cosa evitare a Bangkok

    Bangkok è una città meravigliosa che offre tantissimi quartieri e attrazioni, data la sua grandezza però è necessario far attenzione ad alcuni quartieri che sono considerati pericolosi e meno adatti ai turisti.

    Patpong

    Il quartiere di Patpong è caratterizzato da alcuni vicoli che dipartono da Silom Road, una delle vie principali di Bangkok. In questo quartiere i vicoli sono ricchi di go go bar e di truffatori che cercano di portare i turisti all’interno dei locali. Questi “bar” sembrano affascinanti visti dal di fuori, inoltre, spesso sono caratterizzati dalla presenza di tante belle donne “poco vestite”. Entrare in questi locali può essere pericoloso, soprattutto per il proprio portafoglio più che per l’incolumità fisica.

    Nana Plaza

    Una zona che è un vero e proprio “supermercato del sesso” è rappresentato da Nana Plaza. Questa zona non è “viscida” o fumosa come Patpong, ma rimane comunque un quartiere rude che alla fine non offre granché ai turisti. Infatti, è solo una zona piena di Go Go Bar, di ballerine esotiche, di centri massaggio che servono a “mascherare” attività illecite e di prostituzione sia maschile sia femminile. Infatti, a Bangkok purtroppo c’è un florido mercato della prostituzione illegale.

    Soi Cowboy

    Uno dei posti da evitare, più o meno sempre per gli stessi motivi che abbiamo visto sopra, è rappresentato da Soi Cawboy. Questo quartiere soprattutto se si viaggia da soli è da evitare in quanto in zona è normale vedere decine di ragazze poco vestite davanti ai locali che cercano di attrarre all’interno dei bar i ragazzi e gli uomini, ma anche le coppie.

    Il loro intento non è solo proporre servizi illegali legati alla prostituzione, ma anche far spendere cifre molto alte per l’acquisto di bottiglie e in alcuni casi cercano di far bere molto i malcapitati per rubargli portafogli, oro, orologi e altri oggetti di valore.

    Vita notturna a BangkokScoprite di più

    Khao San Road

    Infine, meglio fare attenzione quando si passeggia su Khao San Road. Questa via si trova nel quartiere di Bamglamphu, ed è molto famosa oltre che frequentata in quanto vicina ai luoghi turistici, come il Palazzo Reale.

    Più che una via pericolosa, bisogna fare attenzione sia alla presenza di tantissime persone sia dei truffatori che qui si aggirano più numerosi. Infatti, dopo un processo di riqualificazione tra il 2019/2020 la via è stata ampliata e resa più bella, oltre che trasformata in una zona pedonale a tutti gli effetti. Quindi se volete passeggiare su questa strada fatelo ma con la giusta attenzione.

    In conclusione, Bangkok non è una città molto pericolosa più che altro è necessario fare attenzione ai truffatori, che un po’ a causa della condizione economica del paese e un po’ per l’alta presenza di turisti da tutto il mondo, cercano di derubare i turisti o di estorcergli del denaro.

    Quanto ti è stato utile questo articolo?
    [Totale: 6 Media: 4]

    Ti potrebbe interessare anche:

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here