Wat Benchamabophit

Wat Benchamabophit, Palazzo di Marmo Bangkok

Oltre alle meravigliose bellezze naturali del Paese del Sorriso, in Thailandia ci sono centinaia di monumenti architettonici degni di nota

Molte di queste opere sono legate alla religione, e tanti viaggiatori affrontano un viaggio in Thailandia alla ricerca del proprio Io interiore, visitando i luoghi e i monumenti circondati da un’aura spirituale.

A Bangkok, per esempio, si trova uno dei templi più belli ed importanti della nazione: il Wat Benchamabophit, un bellissimo edificio di marmo. 

Conosciamolo meglio.

Dove si trova il Wat Benchamabophit?

Il tempio si trova a nord di Bangkok, poco distante dal cento urbano. 

Precisamente, il tempio si trova nella zona chiamata Dusit. Non a caso, nelle immediate vicinanze è possibile trovare anche lo Zoo Dusit e il Palazzo Dusit.

L’indirizzo preciso del tempio è questo: Khwaeng Dusit, Khet Dusit, Krung Thep Maha, Nakhon 10300.

Come arrivare al Wat Benchamabophit?

Al Wat Benchamabophit si può arrivare in facilmente utilizzando i mezzi di trasporto cittadini

Infatti, potete raggiungere il luogo sacro in modo veloce prendendo lo Skytrain, la linea ferroviaria BTS, e arrivare fino alla stazione Phaya Thai

Da quel punto in poi, è consigliato prendere un taxi che in circa 5 minuti arriverà al Tempio di Marmo

Wat Benchamabophit: un po’ di storia

Il Wat Benchamabophit, conosciuto anche con il nome di Tempio di Marmo, Marble Temple o anche semplicemente Wat Ben, fu costruito alla fine del XIX secolo

Il tempio venne eretto per volere del Re Rama V, nel grande progetto che includeva la costruzione del Palazzo Dusit. 

Non è un caso dunque, se il nome ufficiale della struttura è “Wat Benchamabophit Dusitwanaram” che può essere tradotto letteralmente come “il monastero del Quinto Re vicino al Palazzo Dusit”.

I lavori per realizzare il tempio iniziarono solo nel 1899, dopo la costruzione di numerose altre strutture come la Sala del Trono Abhisek e la Vimanmek Royal Mansion.

Ad occuparsi della realizzazione di questo fantastico progetto fu il principe Narisara Nuvativongse, il fratellastro del monarca Rama V.

Come si presenta “The Marble Temple”

Il Buddha all'interno del Wat Benchamabophit, Bangkok
Il Buddha all’interno del Wat Benchamabophit, Bangkok

Il Wat Benchamabophit è una struttura spettacolare. Chiunque lo ammiri per la prima volta può rimanere letteralmente a bocca aperta.

Il “Marble Temple”, data la sua bellezza ed importanza è classificato come tempio reale di Prima Classe

La particolarità di questo luogo sacro sta nel suo materiale primario, un elegante marmo bianco di Carrara, che fu importato direttamente dall’Italia. 

L’ubosot, vale a dire il luogo di preghiera e la zona più sacra dell’intero edificio, è realizzato interamente con questo materiale. 

All’interno di quest’area non sarò difficile percepire un’atmosfera mistica che vi spingerà a rimanere in religioso silenzio e vi toccherà nel profondo. 

La maestosità del tempio viene amplificata da 4 enormi colonne poste all’entrata, realizzate a loro volta in marmo bianco e corredate ai lati da due statue di leoni.

L’intera struttura, poi, ha uno stile classico e raffinato, anche grazie alle numerose decorazioni dorate

Un’altra caratteristica particolare del luogo si può osservare nel suo tetto. Quest’ultimo è a cinque livelli e possiede timpani finemente decorati in oro

Anche il pavimento è ricco di ornamenti, con abbellimenti ovunque, realizzati con la massima precisione.

All’interno del tempio, e precisamente nella sala delle ordinazioni, è presente la statua del Buddha più importante della struttura

Phra Buddha Chinnarat, questo il suo nome, è una realizzata in bronzo e si adagia su un fantastico sfondo blu. L’opera è in stile Sukhothai e all’interno del suo piedistallo si trovano le ceneri del sovrano Rama V

Consigliamo di visitare il tempio in una bella giornata di sole!

Con i raggi che illuminano le decorazioni dorate, infatti, potrete assistere ad uno spettacolo di luci stupefacente, che vi donerà sensazioni indescrivibili e vi accosterà ancor di più al misticismo che circonda il Wat Benchamabophit.

Orari e prezzi

Il tempio è aperto tutti i giorni, dalle 8.00 alle ore 17.30. 

Solitamente per effettuare una visita completa si impiegano circa 2 ore, ma in alcuni casi ci potrebbe volere molto meno. 

Per entrare nel tempio Wat Benchamabophit spenderete 20 baht, l’equivalente in Euro di circa 60 centesimi. 

Sono disponibili anche interessanti tour della zona, dato che nelle vicinanze di questo luogo sacro si trovano molti altri monumenti da non perdere. 

Per esempio, con quest’escursione, in una sola giornata potrete visitare il Wat Benchamabophit, il Wat Traimit, il tempio della statua del Buddha d’Oro e Wat Pho, il luogo dov’è nato il famoso massaggio thailandese e dove risiede la celebre statua del Buddha sdraiato

Eventi al Wat Benchamabophit

Essendo uno dei templi più importanti della città e dell’intera Thailandia, il Wat Ben è un luogo molto frequentato. 

Ogni mattina centinaia di persone si recano al tempio per portare offerte e cibo ai monaci, che in questo modo non sono costretti ad allontanarsi dalle loro abitazioni per raccogliere i doni, come succede in altre zone della Thailandia.

Le dimore dei monaci, che ogni giorno svolgono le proprie comuni funzioni religiose, si trovano nelle immediate vicinanze del tempio. 

È bello osservare come nella zona degli alloggi dei monaci, che si trova dopo un canale attraversato da tre ponti colorati, regni una bella armonia, che sembra lontana anni luce dalla frenesia di Bangkok. 

Da tradizione, durante i giorni di festa, intorno al tempio viene organizzata una processione con fiaccole ed altri elementi festivi.

Riti del genere riscuotono grande successo e vedono la partecipazione di tante persone, sia locali ferventi sia turisti spinti dalla curiosità

Come vestirsi per andare al Wat Benchamabophit?

Il Wat Benchamabophit è un tempio venerato e rispettato da tutti gli abitanti di Bangkok. Voi dovrete fare altrettanto!

è assolutamente consigliato vestire in modo modesto ed ordinato per visitare il luogo, evitando indumenti inappropriati, troppo scollati o stravaganti.

Quanto ti è stato utile questo articolo?
[Totale: 0 Media: 0]
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.