Taxi Bangkok

Taxi di Bangkok

Bangkok, capitale della Thailandia, è un luogo in cui è impossibile annoiarsi!

Tra le tante attività da svolgere, luoghi da visitare e gusti da assaporare, con tutta probabilità vi vorrete muovere facilmente da un punto all’altro della città.

Da nord a sud, da est a ovest, per spostarvi in tutta la Thailandia e in particolare nella sua capitale, oltre ai mezzi pubblici come treni, autobus, minivan e traghetti, vi capiterà di dover prendere un taxi.

Il taxi è indubbiamente il mezzo più semplice e veloce per spostarsi, soprattutto in una grande metropoli come Bangkok.

In questa guida scopriremo tutto ciò che è bene sapere prima di prendere un taxi a Bangkok.

Trovare un taxi a Bangkok è semplice?

Oltre 8 milioni di abitanti e un tripudio di energie e colori… ma anche una città caotica, super trafficata e purtroppo molto inquinata. 

Bangkok e i suoi contrasti: impossibile non amarli!

Se vi state domandando se durante il vostro soggiorno nel Paese del Sorriso sarà semplice trovare un taxi, vi basterà sapere che tra le trafficatissime strade della capitale della Thailandia quasi il 50% dei veicoli in movimento sono proprio taxi e tuk tuk!

Come si prende il taxi a Bangkok

Dopo aver deciso di prendere un taxi per farvi portare in qualche punto di interesse turistico o per rientrare in hotel, vi starete chiedendo come fare per prendere un taxi.

Per prima cosa dovrete notare un dettaglio sui taxi che vi sfrecceranno accanto: la luce sul vetro anteriore. I taxi che hanno accesa questa luce sono quelli liberi in quel preciso momento.

Spesso non dovrete nemmeno essere voi a fermare un taxi, ma sono gli stessi autisti ad affiancarsi ai turisti per chiedere loro la destinazione.

In alternativa, potrete fare un cenno con la mano per fermarlo; una volta comunicata al tassista la vostra meta, ricordatevi di richiedere sempre l’accensione del “meter”, il tassametro, una pratica non sempre così automatica in Thailandia.

È altamente probabile che dall’altra parte arrivi un rifiuto, con l’offerta di una cifra fissa, chiaramente più alta di quella che deriverebbe dai calcoli del tassametro.

Voi insistete e rimanete fermi sulla vostra posizione! 

A questo punto molti tassisti accettano e voi sarete sicuri di pagare esattamente la cifra corretta per il tragitto da voi richiesto; in caso contrario dirigetevi verso un altro taxi.

I taxi a Bangkok sono sicuri?

I taxi a Bangkok sono generalmente sicuri, a patto che prendiate qualche piccola precauzione e stiate lontani dalle truffe.

Soprattutto in zone molto frequentate come il terminal dell’aeroporto all’uscita degli arrivi, vi verranno incontro numerose persone per offrirsi di accompagnarvi ovunque voi vogliate: attenzione quindi ai tassisti abusivi!

Considerate poi quelle piccole truffe che fanno parte della quotidianità in Thailandia, come l’allungamento del percorso o il non ricevere un resto corretto, che tuttavia non incidono sulla sicurezza del servizio.

Attenzione infine alle proposte fatte spesso dagli autisti, di percorsi alternativi o addirittura destinazioni alternative, e in generale a informazioni poco corrette sugli orari di apertura di musei e altri luoghi di interesse.

Taxi dall’aeroporto al centro città

Atterrati finalmente a Bangkok, nell’aeroporto di Suvarnabhumi, dopo un lungo volo, vi domanderete come raggiungere il centro città.

Oltre ad una fitta rete di trasporti pubblici, soprattutto per i voli che arrivano la mattina presto o nelle ore notturne, un’ottima alternativa per raggiungere il vostro hotel è rappresentata dai taxi.

Al primo piano dell’aeroporto troverete le indicazioni per raggiungere l’area dedicata ai “Public Taxi” e un banchetto con un addetto a cui indicare la vostra destinazione, il quale vi consegnerà una ricevuta da mostrare poi al tassista.

Il tragitto dall’aeroporto comporta un supplemento di 50 baht, il corrispettivo di 1,50 euro circa.

In totale una corsa dall’aeroporto al centro città ha un costo medio di 300 – 400 baht, tra gli 8 e i 12 euro, a cui aggiungere il supplemento iniziale e i pedaggi, che sono a carico di chi viaggia.

Il tempo di percorrenza media è di 40 minuti.

Un suggerimento per chi ama viaggiare low cost: se volete risparmiare i 50 baht di supplemento iniziale, potrete prendere un taxi tra quelli fermi nella zona delle partenze e non degli arrivi: si tratta di taxi che hanno appena accompagnato dei viaggiatori in partenza, che sono quindi in attesa del prossimo cliente.

Aeroporto Suvarnabhumi Scoprite di più

Quanto costano le corse

Le corse dei taxi a Bangkok hanno un prezzo piuttosto variabile,soprattutto in base al tipo di conteggio che viene effettuato.

Come in tutte le città del mondo, inoltre, il costo di un singolo tragitto varia dalle condizioni del traffico e dal relativo tempo impiegato.

In linea generale, a condizioni di traffico moderato, è stato calcolato che in città il prezzo medio è di circa 60 baht ogni 3 chilometri percorsi, il corrispettivo di 1,80 euro circa.

In ogni caso un taxi a Bangkok ha tariffe mediamente economiche rispetto alle corse di un qualsiasi paese occidentale.

Per quanto riguarda il pagamento, ricordatevi che i taxi non accettano le carte di credito.

Per facilitare il pagamento infine, prestate attenzione ad avere sempre con voi banconote di piccolo taglio.

Bisogna contrattare il prezzo e lasciare la mancia?

La contrattazione è prassi piuttosto diffusa e accettata a Bangkok e in tutta la Thailandia.

Nel caso in cui il tassista non accetti l’uso del meter, vi proporrà una cifra fissa da corrispondere all’arrivo. Com’è facile intuire e come già esposto poco più su, quella cifra non corrisponde al reale valore del servizio offerto in relazione ai chilometri da percorrere e al tempo necessario per raggiungere la vostra destinazione.

Se avete deciso di rinunciare al conteggio con il tassametro, allora è giunto per voi il momento di contrattare

Giocate al ribasso ma attenzione a non tirare troppo la corda, comportamento malvisto e considerato poco educato e irrispettoso.

Trattate il tassista sempre con rispetto, non alzate la voce e non offendetelo con proposte di prezzi troppo bassi.

Riguardo alla mancia, dovete sapere che nel Paese del Sorriso lasciare la mancia non è obbligatorio, ma è naturalmente apprezzato. 

Se l’autista ha accettato di utilizzare il tassametro, consigliamo di arrotondare il totale richiesto per eccesso; una gentilezza che verrà ricordata!

Suggerimenti utili

Da ultimo, ecco una serie di consigli da tenere sempre a mente nel momento in cui vi troverete a fermare un taxi e poi a viaggiarvi nella città di Bangkok:

  • Un primo consiglio è quello di indicare il vostro indirizzo di destinazione avendolo scritto in thailandese su carta o su smartphone, in modo da non rischiare fraintendimenti o malintesi.
  • Controllate sempre sul vostro smartphone o su una mappa che il percorso intrapreso sia quello corretto e soprattutto il più veloce, perché molti tassisti hanno la tendenza ad allungare la strada per aumentare il proprio compenso.
  • Quando prendete un taxi, come abbiamo detto controllate di avere sempre con voi banconote di piccolo taglio: non sempre il cambio è possibile o benvisto.
  • Consigliamo poi di aspettare un taxi al di fuori delle zone altamente turistiche, dove i tassisti tenteranno di applicare prezzi al rialzo, certamente senza l’uso del meter. Spostatevi in una via laterale e risparmierete di sicuro!
Quanto ti è stato utile questo articolo?
[Totale: 2 Media: 5]