Cosa vedere in Thailandia

Cosa vedere a Thailandia

La Thailandia è una meta da sogno, che ogni anno viene visitata da migliaia di turisti.

Mare azzurro, bellissime spiagge, natura rigogliosa, città ricche di storia e tradizione, allegria e divertimento, uniti ai prezzi contenuti, sono alcuni dei motivi per cui moltissime persone la scelgono come meta delle loro vacanze. 

Avete in programma di visitarla nel vostro prossimo viaggio? 

Ecco una guida ai principali luoghi d’interesse in Thailandia. 

I principali luoghi di interesse in Thailandia

Dal nord al sud del Paese. Dalle città storiche alle spiagge tropicali. Dalle bellezze naturali agli antichi templi. La Thailandia offre continue sorprese a chi decide di esplorarne il territorio. 

Ecco alcune tra le mete più interessanti da visitare per scoprire la vera anima della Thailandia, che potrete inserire nel vostro itinerario di viaggio.  

Bangkok, la Città degli Angeli 

Bangkok o, come la chiamano i Thailandesi, Krung Thep (città degli angeli) è la capitale della Thailandia.

Una metropoli ricca di fascino, situata sulle rive del fiume Chao Phraya, caratterizzata da un mix di antico e nuovo che non può non affascinare chiunque si trovi immerso nella sua atmosfera. 

Tra le bellezze di Bangkok si possono annoverare i tesori racchiusi nella Città Vecchia, come il Gran Palazzo Reale e il suo Tempio, il Wat Phra Kaew, dove è custodito il famoso Buddha di smeraldo. 

Quella del Buddha di Smeraldo non è certo l’unica statua del famoso monaco, fondatore del Buddhismo, che si può trovare in città, e a Bangkok da non perdere è anche una statua che raffigura il Buddha sdraiato

Da vedere, anche il quartiere di Chinatown, la casa di Jim Thompson e i vari mercati che si trovano in città. 

Guida di BangkokScoprite di più

Phuket

Il Grande Buddha, Phuket
Il Grande Buddha, Phuket

Phuket è di sicuro l’isola più famosa della Thailandia, ed una delle sue mete turistiche più ambite. 

Situata nel sud del Paese, Phuket offre ai suoi visitatori bellissime spiagge, un mare da favola e numerose possibilità per divertirsi e fare shopping. 

Tra le attrazioni più interessanti dell’isola, oltre alle spiagge, ci sono la città vecchia, la statua del Buddha gigante, alta ben 45 metri, il Santuario degli Elefanti, la famosa Bangla Road e il tempio Wat Chalong.  

Guida di PhuketScoprite di più

Ayutthaya 

L’antica città di Ayutthaya, riconosciuta come un sito Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è un luogo ricco di edifici storici dalla caratteristica forma piramidale, e bellissimi templi. 

Tra le sue attrazioni più interessanti ci sono sicuramente la statua del Buddha sdraiato e il tempio che ospita una statua raffigurante il volto del monaco tra le radici di un albero. 

Sukhothai 

Sukhothai: cosa vedere e come arrivare
La bellezza di Sukhothai

Sukhothai, l’antica capitale del Siam (lo è stata dal 1238 al 1438, fino a quando il regno di Ayuttaya non l’ha assorbita, mettendo fine al regno di Sukhothai), è stata dichiarata un sito Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. 

Situata a circa 500 km da Bangkok, riceve meno visite della più popolare Ayutthaia, tuttavia vale davvero la pena andarla a vedere: è questo, infatti, il luogo che viene considerato come la culla della cultura thailandese.

Camminando tra le vie dell’antica città, se ne può ammirare la favolosa architettura. 

Risalendo la collina che la sovrasta, si possono vedere da vicino i templi buddhisti Wat Saphan Hin e Wat Mahathat.

Vicino alla città vecchia di Sukhothai si trova la città nuova, un centro ricco di attrazioni, come il museo nazionale Ramkhamaeng e il Parco Nazionale Si Chaphan. 

Koh Samui, Koh Phanghan e Koh Tao 

Questo gruppo di isole, situato ad est del Paese, nel Golfo della Thailandia, è conosciuto e apprezzato soprattutto per i suoi bellissimi paesaggi, caratterizzati da acque turchesi, spiagge di sabbia morbida e bianca e una rigogliosa vegetazione.

Koh Samui è ormai diventata una meta turistica molto affollata, quindi non è il posto giusto se cercate una spiaggia per rilassarvi in solitudine, tuttavia vale la pena trascorrere del tempo sull’isola. 

Quando sarete stufi di stare in spiaggia, potrete esplorare il territorio e i suoi tesori nascosti, come la statua d’oro del Buddha, che si trova sulla costa nord, il giardino segreto dei Buddha e il villaggio di pescatori di Bophut

Koh Phangan, invece, è famosa per i suoi party in occasione della luna piena (attenzione perché queste feste, seppur divertenti, sono anche molto rischiose, specialmente per i turisti), per Sail Rock, un posto perfetto per fare immersioni, per il mercato notturno di Thon Sala, per l’Ang Thong National Park, per le cascate (Than Sadet, Than Prawet e Than Phraphet sono le più belle) e per le escursioni a Khao Ra. 

Anche Koh Tao, la più piccola delle tre isole, conosciuta come isola delle tartarughe, merita di sicuro una visita. Qui l’attività più popolare è di sicuro lo snorkeling

Khao Lak

La spiaggia di Khao Lak, Thailandia
La spiaggia di Khao Lak, Thailandia

Situata a nord di Phuket, nella provincia di Phang Nga, Khao Lak si trova nella parte di costa compresa tra Tap Lamu e Takua Pa e si affaccia su brillanti acque turchesi. 

È il posto ideale per chi desidera trascorrere del tempo in spiaggia, esplorare la natura circostante o conoscere la cultura Thai. 

Tra le attrazioni che si trovano nelle vicinanze le più interessanti sono di sicuro la bellissima cascata Chong Fa, il tempio Wat Tham, che ospita una magnifica statua del Buddha sdraiato, e l’omonimo villaggio. 

Un’altra attrazione molto interessante è lo Tsunami Memorial Park, dove è presente anche un museo che racchiude le testimonianze della devastazione causata dallo Tsunami. 

Tra le attività che si possono svolgere a Khao Lak ci sono safari nella jungla e gite a cavallo.

Khao LakScoprite di più

Isola di Koh Lipe 

Koh Lipe, isola che si trova nell’estremo sud della Thailandia, è il posto ideale per chi vuole trascorrere la propria vacanza in un luogo dall’atmosfera lenta e rilassata, distante dai ritmi più frenetici di Phuket o Koh Samui. 

Koh Lipe ha molto da offrire ai suoi visitatori: se volete godervi l’esperienza unica del sole che fa capolino dall’orizzonte, per dare il benvenuto ad una nuova giornata, il posto giusto per voi è Sunrise Beach; dopo aver ammirato il sole che sorge, potrete salutare il nuovo giorno con una seduta di yoga. 

L’isola è famosa anche per il Plancton bioluminescente, perciò, se vi trovate da queste parti, non perdete l’occasione di farvi una nuotata notturna per ammirarlo. 

Koh LipeScoprite di più

Isola di Koh Samet

La spiaggia Ao Phrao nell'isola Koh Samet
Spiaggia Ao Phrao

Se lo scopo principale del vostro viaggio in Thailandia è quello di trascorrere più tempo possibile in spiaggia, allora Koh Samet è il posto che fa per voi.

Situata a circa 200 km da Bangkok, vicino a Rayong, Koh Samet offre ai suoi visitatori bellissime spiagge e viste mozzafiato. 

Tra le spiagge migliori dell’isola ci sono: Ao Phrao, Hat Sai Kaew, Ao Hin Khok, Ao Kiu Na Nok, Ao Vong Duen e Ao Wai. 

Ao Phrao è l’unica spiaggia della costa nord ovest di Koh Samet. Si tratta di una piccola baia dall’aspetto quasi paradisiaco, dove si respira un’atmosfera tranquilla e rilassata.  

Hat Sai Kaew è situata nel nord est dell’isola, vicino al molo dove attraccano i traghetti che collegano l’isola alla terraferma. Conosciuta anche come Diamond Beach, è la spiaggia più grande e frequentata di tutta Koh Samet.

A poca distanza da Hat Sai Kaew c’è Ao Hin Hok, un’altra bellissima spiaggia: più piccola della vicina, offre ai suoi visitatori un’atmosfera meno caotica. 

Ao Kiu Na Nok è una spiaggia tranquilla a sud est dell’isola, attorniata da palme, dove non troverete orde di turisti e musica a volume altissimo!

Ao Vong Duan è una spiaggia a ovest di Koh Samet che si può raggiungere direttamente dalla terraferma: la sua forma a mezzaluna, la sabbia bianca e fine e l’acqua limpida e cristallina, su cui si affacciano minimarket, negozi e bar, la rendono la meta preferita di chi ha molto da spendere. 

Ao Wai, a est dell’isola, è una spiaggia di sabbia bianca e sottile, con mare calmo e trasparente e alberi per tutta la lunghezza dell’arenile. 

Koh SametScoprite di più

Kanchanaburi e il fiume Kwai

Kanchanaburi: cosa vedere e cosa fare
Kanchanaburi: cosa vedere e cosa fare

Kanchanaburi è una meta storica e naturalistica molto apprezzata da coloro che visitano la Thailandia.

Situata a circa 130 km ad ovest di Bangkok (per raggiungerla si impiegano circa 2 ore, se ci si sposta con l’auto), Kanchanaburi offre ai suoi visitatori numerose bellezze naturali e diverse testimonianze storiche risalenti al periodo della Seconda Guerra Mondiale

Il fiume Kwai è il fulcro della città, e il mezzo migliore per visitare tutte le attrazioni che ha da offrire: non solo è possibile alloggiare sulle caratteristiche case galleggianti, ma anche spostarsi da un luogo all’altro servendosi delle chiatte che fanno la spola tra una località e l’altra. 

Tra le attrazioni più interessanti che Kanchanaburi ha da offrire ci sono: il cimitero e il Museo della Guerra; il Museo Ban Kao; il Parco Nazionale Erawan, con le sue cascate; il ponte sul fiume Kwai; Elephant’s World, una riserva interamente dedicata agli elefanti; e il Parco Nazionale Kwean Srinagarindra, nel cui territorio si trovano delle bellissime grotte con i soffitti e le pareti ricoperti di stalagmiti e la bellissima cascata Huai Mae Khamin. 

Chiang Mai e il Nord della Thailandia

Tempio Wat Phra Sing
Tempio Wat Phra Sing

Sebbene nel nord della Thailandia manchino due degli elementi per cui il Paese è più famoso, cioè il mare e le isole, questa parte di territorio esercita comunque un grande fascino sulle persone che decidono di visitarla. 

Se Bangkok è la capitale del Paese e il centro più importante del sud della Thailandia, Chiang Mai, ex capitale del Regno di Lanna (rimase tale dal 1296, anno in cui strappò il primato a Chiang Rai, fino al 1558), considerata la città più importante della parte nord.

Chiang Mai ha tutto ciò che si può desiderare quando si è in vacanza: un’atmosfera allegra e ospitale, ottimo cibo e prezzi più che accessibili.

Tra le sue attrazioni più interessanti c’è di sicuro la città vecchia, con le sue mura difensive, le antiche porte d’accesso e i numerosi templi (tra i più interessanti ci sono il Wat Chedi Luang, il Wat Phra Singh e il Wat Phan Tao). 

Da non perdere anche la collina Doi Su Thep con il suo tempio, il Wat Phra Tat Doi Su Thep. 

Sebbene Chiang Mai sia uno dei luoghi più interessanti del Nord della Thailandia, non è di certo l’unica città che vale la pena di visitare in questa parte del Paese. 

Mae Hong Son, città situata sulle rive di un lago, vicino al confine con il Myanmar, è un piccolo gioiello che aspetta solo di essere scoperto. Così come Pai, altra piccola città che si trova a nord di Chiang Mai, la cui atmosfera rilassata attrae ogni anno migliaia di visitatori. 

Guida di Chiang MaiScoprite di più

Chiang Rai

Chiang Rai, Thailandia
Chiang Rai, Thailandia

Restiamo sempre nel nord della Thailandia, per parlare della città che fu capitale del Regno di Lanna prima di Chiang Mai. 

La città di Chiang Rai offre ai suoi visitatori non solo un aeroporto, che la rende il punto di partenza ideale per chi desidera visitare il nord della Thailandia, ma anche moltissime attrazioni interessanti, soprattutto per coloro che amano la cultura. 

Alcuni degli edifici più significativi di Chiang Rai, come la Torre dell’Orologio e il Tempio Bianco, sono opera del famoso Chalermkai Kositpipat, che ha vissuto in città fino alla sua morte.

La Ban Dam, la casa nera, è invece opera di un altro eccentrico artista thailandese di nome Thawan Duchanee

Anche gli amanti della natura non rimarranno delusi visitando Chiang Rai, che ha da offrire tante attrazioni naturalistiche ai suoi ospiti, compresi i bagni termali. 

San Kamphaeng Hot Springs 

Terme San Kamphaeng, Thailandia

Se visitate il nord della Thailandia dovete assolutamente inserire nel vostro itinerario di viaggio le terme di San Kamphaeng

Posizionate a poca distanza da Chiang Mai, sono una delle principali attrazioni dell’omonima provincia. 

Racchiusa in una spettacolare cornice naturalistica, la stazione termale di San Kamphaeng è formata da due fiumi artificiali in cui scorre l’acqua naturalmente calda che proviene dal sottosuolo, nella quale ci si può immergere, se lo si desidera. 

Prima di entrare, potete acquistare delle uova fresche da cuocere nelle acque termali e mangiare una volta pronte. 😊

Pattaya

Pattaya è una delle città di mare più apprezzate di tutta la Thailandia. Situata nella provincia di Chonburi, questa località, che in passato non era altro che un piccolo villaggio di pescatori, offre moltissime attrazioni ai tanti visitatori che la scelgono ogni anno come meta delle loro vacanze. 

Non solo nell’ambito del divertimento notturno, per cui è tanto famosa. 

Anche durante il giorno, infatti, a Pattaya c’è molto da fare.

Si possono visitare i bellissimi Giardini Botanici Tropicali Nong Nooch e il mercato galleggiante; oppure si può risalire la lunga scalinata che porta al tempio Wat Phra Khao Yai o recarsi ad ammirare la figura del Buddha incisa nella roccia della montagna Khao Chi Chan

Phi Phi Islands

Isole Phi Phi , Thailandia
Baia Pileh

Koh Phi Phi Don e Koh Phi Phi Leh, meglio conosciute come isole Phi Phi, o Koh Phi Phi, sono due tra le isole più famose del sud della Thailandia. Esse fanno parte di un arcipelago composto da sei isolotti, situato nel Mare delle Andamane. 

Bellissime scogliere a picco sul mare, spiagge bianche dalla sabbia morbida e fine e una spettacolare barriera corallina, frequentata dagli appassionati di snorkeling, sono le caratteristiche che rendono tanto speciali le Phi Phi Islands. 

Phi Phi IslandScoprite di più

Krabi

Krabi è una delle città più importanti e frequentate del sud della Thailandia, famosa soprattutto per le sue bellissime spiagge e per le isole che si trovano nelle sue vicinanze. 

Tra le attrazioni più famose di Krabi ci sono: la spiaggia di Railay, un vero e proprio paradiso isolato dal mondo e raggiungibile solo con la barca; l’isola di Koh Poda, interamente coperta da palme e spiagge e affacciata su un mare che ospita una favolosa barriera corallina; il Parco Nazionale della Foresta di Thung Teao, dove si trova la famosa Piscina di Smeraldo; il Tempio della Grotta della Tigre, dove si può ammirare un’impronta lasciata dal Buddha in persona. 

Krabi: cosa vedereScoprite di più

Il Parco Nazionale di Khao Yai

Cascate Heu Narok, Thailandia
Cascate Heu Narok

Il Parco Nazionale di Khao Yai è uno dei parchi più grandi di tutta la Thailandia. Situato a circa 200 km da Bangkok, nella provincia di Nakon Ratchasima, oltre ad ospitare numerose specie animali (molte delle quali rare), racchiude nel suo territorio diverse bellissime cascate.

I salti d’acqua più alti e importanti del parco sono certamente le cascate Heu Narok, alte più di 150 m, seguite dalle Hew Suwat; anche le cascate Kluei Mai, conosciute anche come Orchid Falls, sono un’imperdibile attrazione di Khao Yai. 

Altra famosa attrazione del Parco sono le sue imponenti montagne, dalle quali si può godere della vista di un panorama mozzafiato: Khao Khiaw e Khao Rom sono le due vette più alte. 

Koh Lanta 

Situata nelle vicinanze di Phuket e delle Phi Phi Islands, di fronte alla costa di Krabi, Koh Lanta è una tra le isole più famose della Thailandia. Chi la visita, ne apprezza la natura rigogliosa e le spiagge poco affollate. 

Koh Lanta è anche il posto ideale per chi ama le avventure: gli appassionati di kayak possono esplorare le grotte della zona servendosi di queste particolari imbarcazioni; chi ama stare sulla terraferma, invece, può scoprire le meraviglie della jungla, camminando fino alla cascata Khlong Jark e visitando la grotta dei pipistrelli, oppure visitare il faro che si trova nel Parco Nazionale Mu Ko Lanta

Hin Daeng 

Se la vostra passione sono le immersioni, il luogo giusto per dedicarvi ad essa mentre vi trovate in Thailandia è di sicuro Hin Daeng. 

Situato a circa due ore e mezza da Koh Lanta, nel mare delle Andamane, Hin Daeng, insieme a Hin Muang, è un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti delle immersioni: in entrambi i siti è possibile ammirare coralli, anemoni ed altri abitanti del mare tropicale.  

Isola di Koh Chang 

Koh Chang, Thailandia

Koh Chang è una tra le più belle isole della Thailandia. Situata nella provincia di Trat, nel sud del Paese, si tratta di un luogo famoso per la sua natura incontaminata e la tranquillità delle sue spiagge

L’isola più grande di un arcipelago formato da circa una cinquantina di isolotti, Koh Chang è il luogo ideale se volete godere della bellezza della Thailandia senza ritrovarvi attorniati da un mare di folla. 

Tra le attrazioni più interessanti dell’isola ci sono ovviamente le spiagge, caratterizzate da sabbia morbida e soffice, e poi bellissime cascate, templi e i caratteristici villaggi di pescatori

Koh ChangScoprite di più

Cosa vedere se si va in Thailandia per la prima volta

Pianificare un viaggio in Thailandia non è difficile. 

Tuttavia, quando si visita il Paese per la prima volta, è importante dedicare particolare attenzione alle attrazioni da inserire nel proprio itinerario, alla durata del viaggio e al numero di giorni da dedicare ad ogni tappa.  

In generale, per godersi davvero la prima esperienza in questo fantastico Paese, si dovrebbe mettere in conto di rimanerci almeno per 1 settimana, anche se il tempo ideale per scoprire tutte le sue attrazioni più interessanti è di almeno 2 settimane

Se state pensando di organizzare il vostro viaggio in Thailandia ma siete indecisi sul numero di giorni da trascorrere nel Paese e sulle attrazioni da visitare, ecco per voi alcuni suggerimenti per pianificare un perfetto primo viaggio in Thailandia. 

Cosa vedere in Thailandia in 1 settimana 

Palazzo Reale, Bangkok

Prima di parlare delle possibili tappe di un itinerario di 1 settimana in Thailandia, bisogna decidere quali sono le proprie preferenze: vi piace di più il mare o la montagna? 

Preferite concentrarvi maggiormente sugli aspetti culturali o sul divertimento? 

Vi piacciono le zone affollate oppure quelle più tranquille? 

Una volta che avrete risposto a questi quesiti, potrete iniziare a pianificare il vostro itinerario di 1 settimana, tenendo a mente che Bangkok merita sicuramente almeno un paio di giorni di visita. 

Bangkok e isole 

Se avete deciso di visitare la Thailandia per rilassarvi in spiaggia, l’itinerario migliore per voi è di sicuro questo: 

  • Giorni 1 e 2 – Bangkok. Arrivo a Bangkok e visita delle attrazioni più importanti della città; 
  • Giorno 3 – Krabi. Arrivo a Krabi e visita della città;
  • Giorni 4 e 5 – Krabi – Phuket. Partenza in traghetto da Krabi a Phuket. Visita di alcune delle attrazioni più interessanti dell’isola, come la statua del Buddha gigante, la Old Town e il tempio Wat Cha Long
  • Giorno 6 – Baia di Pha Ngan. Prenotate una visita guidata per scoprire tutte le meraviglie di questa fantastica baia, in particolare gli isolotti e le caverne
  • Giorno 7 – Phuket – Bangkok. L’ultimo giorno è dedicato al viaggio di ritorno.

Bangkok e nord della Thailandia 

Se al mare preferite l’entroterra e le bellezze culturali che ha da offrire, questo è l’itinerario più adatto per voi: 

  • Giorni 1 e 2 – Bangkok. I primi 2 giorni di viaggio saranno dedicati all’arrivo a Bangkok e alla visita delle attrazioni più interessanti della città, come il Palazzo Reale, il Tempio del Buddha di Smeraldo e il Tempio Wat Pho, dove è custodita la statua del Buddha sdraiato;  
  • Giorno 3 – Ayutthaya. Il terzo giorno di viaggio è dedicato alla visita dell’antica capitale della Thailandia; 
  • Giorno 4 – Chiang Mai – Il quarto giorno di viaggio prevede un volo con destinazione Chiang Mai e la visita di tutte le attrazioni più importanti della città;
  • Giorno 5 – Terme di San Kamphaeng – Il quinto giorno è interamente dedicato al relax. Infatti, trascorrerete l’intera giornata alle terme di San Kamphaeng; 
  • Giorno 6 – Chiang Rai – Il sesto giorno è dedicato alla visita di un altro importante centro del nord della Thailandia, Chiang Rai. L’ex capitale del Regno di Lanna ha moltissime attrazioni interessanti da offrire ai suoi visitatori; 
  • Giorno 7 – Bangkok. Il settimo giorno si rientra a Bangkok per prendere il volo di ritorno. 

Cosa vedere in Thailandia in 2 settimane 

Mercato galleggiante a Bangkok
Mercato galleggiante a Bangkok

Se avete la possibilità di trascorrere 2 settimane in Thailandia non lasciatevela scappare, perché ne vale davvero la pena! 

In 2 settimane avrete la possibilità di aggiungere qualche tappa in più al vostro itinerario ed esplorare più a fondo i luoghi che visiterete, mettendo insieme sia le mete culturali, sia quelle marittime.

Ecco alcuni esempi di itinerari di 2 settimane in Thailandia per chi la visita per la prima volta. 

Bangkok, nord della Thailandia, sud e isole 

Se seguirete questo itinerario di 15 giorni, avrete la possibilità sia di esplorare le città storiche del nord della Thailandia, sia di godere del suo mare cristallino e delle bellezze naturalistiche che ha da offrire: 

  • Giorni 1, 2 e 3 – Bangkok. Dopo essere arrivati a Bangkok ed esservi riposati, potrete iniziare ad esplorare la città e le sue meraviglie, senza tralasciare una visita al mercato galleggiante di Damnoen Saduak
  • Giorno 4 – Ayuttaya. Il terzo giorno si fa tappa verso nord, per ammirare le bellezze dell’antica capitale del Siam: 
  • Giorno 5 – Sukhothai. Avendo un po’ più di tempo da dedicare al vostro viaggio, potrete inserire nel vostro itinerario un’altra antica capitale thailandese, la città di Sukhotai; 
  • Giorni 6 e 7 – Chiang Mai. Il quinto giorno ci si sposta verso quella che è considerata un po’ come la capitale del nord della Thailandia, Chiang Mai, per ammirarne i tesori; 
  • Giorno 8 – Chiang Rai. Il sesto giorno, invece, è dedicato alla visita di un altro importante centro del nord della Thailandia. Chiang Rai, con il suo Tempio Bianco, il Tempio Blu e la Casa Nera, non vi lascerà di certo indifferenti; 
  • Giorni 9 e 10 – Phuket. Dal nord della Thailandia ci spostiamo a sud, verso il mare e l’isola di Phuket, una delle mete più ambite per chi visita la Thailandia per la prima volta; 
  • Giorni 11 e 12 – Phi Phi Islands. Dopo aver ammirato le bellezze di Phuket e aver goduto delle sue acque limpide e cristalline, vi sposterete verso le Phi Phi Islands, altra attrazione molto apprezzata dai turisti. Una volta qui, non potete perdere l’occasione di praticare un po’ di snorkeling e poter, così, ammirare la barriera corallina; 
  • Giorni 13 e 14 – Krabi. Durante l’ultima parte del viaggio ci si sposta verso la terraferma. Nella mattinata del quattordicesimo giorno prenderete un traghetto per Krabi, dove trascorrerete gli ultimi due giorni di vacanza prima del rientro. Mentre siete qui, non dimenticate di dedicare una giornata all’esplorazione della famosa Railay Beach
  • Giorno 15 – Bangkok. Dopo 14, emozionanti, giorni di viaggio, è il momento di tornare a Bangkok per prendere il volo di ritorno. 

Sud della Thailandia e isole

Se il mare è la vostra passione, questo è l’itinerario migliore per godere di tutto ciò che la Thailandia ha da offrire: 

  • Giorni 1 e 2 – Bangkok. La capitale della Thailandia è una tappa imprescindibile per chiunque visiti il Paese per la prima volta. Anche questo itinerario, perciò, prevede che i primi due giorni di viaggio siano dedicati proprio a questa affascinante metropoli; 
  • Giorno 3 – Ao Nang Beach. Ao Nang Beach è una località che dista circa 1 ora da Bangkok, famosa per le sue bellissime spiagge, che merita assolutamente una visita. In serata è previsto il rientro a Bangkok;  
  • Giorni 4, 5, 6 e 7– Krabi, Parco Nazionale della Foresta di Thung Teao, Koh Poda. Adesso è il momento di spostarsi verso Krabi, altra importante città thailandese, che sarà il punto di partenza vero e proprio della vostra vacanza nelle località di mare della Thailandia. Dedicate qualche giorno all’esplorazione della città e alla visita del Parco Nazionale della Foresta di Thung Teao e delle sue bellezze naturalistiche. Non dimenticate di organizzare una gita di una giornata al bellissimo isolotto di Koh Poda
  • Giorni 7 e 8 – Railay Beach. Vale la pena di dedicare almeno un paio di giorni a Railay Beach, meta molto ambita raggiungibile solo in barca, caratterizzata da bellissime spiagge che si affacciano su un mare azzurro e limpido. Oltre alle spiagge di Railay Est e Ovest, una delle attrazioni da ammirare mentre ci si trova qui è costituita da Ao Phra Nang, una magnifica spiaggia molto apprezzata non solo per la sabbia fine e il mare limpido, ma anche per la sua caverna; 
  • Giorni 9 e 10 – Koh Lanta. Chiusa la parentesi di Railay Beach vi sposterete a Koh Lanta, dove potrete rilassarvi in spiaggia e godere delle attrazioni naturalistiche che l’isola ha da offrire; 
  • Giorni 11, 12, 13 e 14 – Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao. Dopo aver esplorato le bellezze di Koh Lanta tornerete a Krabi, sulla terraferma, per imbarcarvi per la tappa finale del vostro viaggio, Koh Samui. Una volta qui, potrete rilassarvi in spiaggia e visitare le due isole vicine, Koh Phangan e Koh Tao, godendo delle attrazioni che hanno da offrire. 
  • Giorno 15 – Bangkok. L’ultimo giorno è destinato al rientro a Bangkok per prendere il volo che vi porterà a casa. 
Quanto ti è stato utile questo articolo?
[Totale: 1 Media: 5]
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.