I tuk tuk in Thailandia

Tuk Tuk in Thailandia

A spasso per le strade thailandesi, non potrete fare a meno di notare un particolare tipo di mezzo pubblico, i cosiddetti tuk tuk, una pittoresca alternativa ai taxi tradizionali.

Sono dei piccoli furgoncini che sfrecciano velocissimi a Bangkok e in tutta la Thailandia. Sono molto ambiti dai turisti e prendere un tuk tuk è un’esperienza divertente da fare almeno una volta nel corso della vostra vacanza.

Il nome tuk tuk sembra derivare dal rumore prodotto dal motore a regime basso.

Questi mezzi sono molto colorati e rumorosi e gli autisti si rivelano sempre molto gentili ma anche spericolati.

Un giro a bordo vi regala un gran bel senso di libertà perché questi mezzi sono aperti lateralmente e il vento vi scompiglierà i capelli!

Ecco per voi alcune utili informazioni per scorazzare sui tuk tuk in tutta sicurezza.

Cosa è un tuk tuk

Entrando più nel dettaglio, il tuk tuk è una sorta di piccolo furgone su 3 ruote che assomiglia vagamente al nostro ape-car.

Dotato di un rumoroso motore di un manubrio da motorino, accoglie le persone sedute dietro su una panca stretta, che spesso può essere scomoda se siete in 3-4 persone.

Lateralmente non ci sono vetri o portiere e dunque avrete sempre il vento in faccia, respirando anche lo smog della città.

I tuk tuk sono dipinti in tinte molto vivaci e sgargianti, e di notte sono dotati di lucine colorate.

In generale è preferibile prendere i tuk tuk solo per coprire brevi tratti e mediamente sono più veloci dei taxi.

È un mezzo di trasporto sicuro?

Un giro a bordo dei tuk tuk è una cosa da fare assolutamente in Thailandia, almeno per provare qualcosa di insolito che difficilmente vi ricapiterà nella vita.

Certamente vi divertirete molto ma una volta saliti sul mezzo vi renderete presto conto del perché sono considerati un mezzo poco sicuro e adatto solo ai più coraggiosi.

Infatti, a essere pericoloso non è il veicolo in sé ma lo stile di guida spericolato degli autisti thailandesi che si lanciano a tutto gas nel traffico cittadino.

Vi troverete a sfrecciare letteralmente per la strada a velocità sempre molto sostenuta e spesso non verrà rispettato il codice della strada. Insomma, farete una bella corsa in tuk tuk, nel vero senso della parola!

Quindi, prima di spostarvi in tuk tuk considerate attentamente quest’aspetto poiché frequentemente si possono verificare incidenti stradali.

Se avete con voi bambini molto piccoli, al di sotto dei 7-8 anni, evitate i tuk tuk per motivi di sicurezza.

A questo proposito, vi consigliamo sempre di stipulare una buona polizza assicurativa prima di partire, che vi proteggerà in caso di infortuni o problemi di salute.

Il tuk tuk è un veicolo da prendere al massimo un paio di volte come forma di divertimento estemporaneo!

Non a caso, ci sono altri mezzi di trasporto molto più convenienti e pratici, soprattutto nella capitale Bangkok, quali taxi, metropolitana, battello fluviale e autobus.

I tuk tuk hanno il tassametro o bisogna contrattare?

Tuk Tuk a Bangkok con il palazzo reale alle spalle
Tuk Tuk a Bangkok con il palazzo reale alle spalle

Prima di provare a prendere un tuk tuk, è importante specificare che questi furgoncini non sono dotati di tassametro e quindi vi toccherà per forza contrattare sul prezzo prima della partenza.

Cominciate indicando all’autista dove volete arrivare. All’inizio lui vi sparerà sempre una cifra molto alta perché capirà al volo che siete turisti. Dovrete essere particolarmente bravi a trattare in maniera gentile ma molto ferma.

In poche parole, non siate aggressivi ma neanche troppo titubanti per dare comunque l’impressione di sapere il fatto vostro!

Per avere un’idea dei prezzi locali per un giro in tuk tuk potete chiedere alla reception del vostro hotel o in qualche negozio.

Se il conducente si mostra irremovibile sul prezzo proposto rifiutate e provate con un altro tuk tuk, tanto ne troverete moltissimi a ogni angolo di strada.

Il prezzo di una corsa in tuk tuk

Proprio perché vi troverete a contrattare, è difficile indicare il costo medio di un giro in tuk tuk. La cosa certa è che non si tratta mai di prezzi economici, anzi.

Se riuscite a strappare una corsa a 30-40 baht sarà un vero affare o colpo di fortuna perché in media si parte da 60 e fino a 100 baht, se non di più.

Anche per questo motivo, vi suggeriamo di prendere il tuk tuk solo per brevi percorsi di massimo 5-10 minuti.

Costano di più i taxi o i tuk tuk?

Da un punto di vista prettamente economico, i tuk tuk sono più costosi dei classici taxi thailandesi.

Come avrete capito, i tuk tuk sono un mezzo per divertirsi facendo un giro una tantum ma sono sconsigliati per girare Bangkok o qualsiasi altra città della Thailandia sulle lunghe distanze.

Per quel che riguarda i taxi, questi ultimi sono molto più convenienti e affidabili per i turisti. Nella maggior parte dei casi a bordo c’è il tassametro; prima di partire accertatevi che sia acceso per evitare fregature!

In quali località della Thailandia si possono trovare

I tuk tuk sono un mezzo di trasporto principalmente rivolto ai turisti, che potrete prendere in moltissime località della Thailandia.

In particolare, non mancano nelle più importanti mete come Bangkok, Pattaya, Phuket, Krabi, Chiang Mai e Koh Samui.

Soprattutto nella capitale li vedrete sfrecciare in ogni direzione a tutta velocità. Si possono incontrare in qualsiasi quartiere, dal centro e verso la periferia.

La gran parte dei tuk tuk però sostano lungo i marciapiedi dei distretti più centrali come Silom, Siam, Riverside e Khao San Road.

Il consiglio è di salire a bordo dei tuk tuk quando c’è poco traffico in giro in modo da respirare meno smog.

Consigli utili per prendere un tuk tuk ed evitare le truffe

Per godervi al meglio l’esperienza di un giro in tuk tuk, è bene prendere alcune piccole precauzioni per non incorrere in truffe.

Come già detto, i tuk tuk non hanno un tassametro e dovrete contrattare sul prezzo. Soprattutto nelle zone più turistiche i conducenti proveranno a spillarvi ancora più soldi del solito.

Anche se al netto del cambio baht/euro il costo di una corsa può apparirci comunque conveniente, questo non è un buon motivo per pagare di più.

Dunque, state alla larga dai distretti a più alta affluenza di turisti.

Per esempio, non fidatevi dei tuk tuk che vi propongono un tour per pochissimi baht (20 o giù di lì) perché è molto probabile che vi “scarichino” nelle vicinanze di negozi che gli hanno promesso buoni benzina o una commissione sull’incasso per i vostri acquisti.

Allo stesso modo, cercate di non prendere il tuk tuk negli orari di punta perché gli ingorghi affollano le strade e aumentano le probabilità di incidenti.

Inoltre, ricordate che vi troverete a respirare ancora più smog del solito e non è una buona cosa se soffrite di asma o problemi respiratori.

In conclusione, prestate sempre molta attenzione quando volete salire sui tuk tuk poiché la possibilità di essere fregati è abbastanza elevata per i turisti occidentali.

Quanto ti è stato utile questo articolo?
[Totale: 0 Media: 0]
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *