Bangkok: cosa vedere, dove dormire e cosa fare

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 10 Giugno 2020

Guida di Bangkok

Bangkok è senza dubbio una delle mete più ambite del Sud-est asiatico!

Capitale della Thailandia, sorge sulle sponde del fiume Chao Phraya e la sua zona metropolitana si allarga fino alle province adiacenti di Pathum Thani, Chachoengsao, Samut Sakhon, Nakhon Pathom, Samut Prakan e Nonthaburi. 

La città asiatica è anche nota con l’appellativo di Venezia dell’Est in quanto sorge vicino ad un vasto bacino idrico ricco di piccoli canali navigabili, sui quali ancora oggi si trasportano merci e si costruiscono piccole case galleggianti per la popolazione di pescatori. 

Andiamo a conoscerla insieme.

Bangkok ed i suoi distretti

Bangkok è suddivisa in 50 distretti locali, chiamati khet, a loro volta divisi in tanti sottodistretti. 

I più frequentati dai turisti in quanto ricchi di attrattive sono principalmente Silom, Rattanakosin, Sukhumvit, Thonburi e Phahonyothin. 

A questi si possono aggiungere anche quelli più periferici ma comunque interessanti come Dusit, Ramkhamhaeng e Ratchadaphisek, dove potete incontrare centri commerciali, musei e parchi. 

Popolazione, clima ed aeroporto di arrivo

La popolazione di Bangkok è composta da circa 8 milioni di persone che arrivano a quasi 15 milioni nell’intera area metropolitana. 

In quanto metropoli è comunque abitata da persone provenienti da altri Paesi asiatici come Cina, Giappone, Laos e Cambogia, così come da europei, africani e americani.

Il clima di Bangkok, invece, è umido-tropicale, influenzato prevalentemente dai monsoni. 

Sono in pochi a sapere che si tratta di una delle località più calde del mondo

Infatti la temperatura massima si aggira mediamente intorno ai 30 °C durante tutto l’anno mentre la minima non scende quasi mai al di sotto dei 20 °C. La stagione più torrida è compresa tra febbraio e maggio ed è quindi preferibile visitare Bangkok tra ottobre e febbraio per evitare le piogge monsoniche ed il caldo asfissiante. 

Per quanto riguarda poi l’aeroporto di arrivo, quello principale è l’aeroporto Internazionale Bangkok-Suvarnabhumi, tra i più imponenti e moderni del Sud-est asiatico. Di recente ristrutturazione, vede transitare 50 milioni di persone all’anno e vi fanno scalo le maggiori compagnie aeree mondiali. 

Distante 45-50 minuti dal centro, è perfettamente collegato con la città grazie a navette, treni ed autobus. 

Bangkok dispone poi di un secondo aeroporto, il Don Mueang, il quale si trova nella zona nord della capitale e dal 2006 assorbe in parte il traffico dell’altro scalo.

Ospita per lo più voli interni e verso altri Paesi del Sud-est asiatico come Laos, Malesia, Cambogia e Cina. Inoltre è il punto di riferimento per le compagnie low-cost orientali quali Lion Air, Air Asia e Nok Air.

Cosa vedere e dove mangiare lo street-food migliore

Bangkok è una città ricca di storia e cultura ma è al tempo stesso una realtà molto moderna nella quale tradizione e innovazione si fondono alla perfezione. 

Palazzo reale e Wat Phra Keaw, Bangkok
Il palazzo reale e Wat Phra Keaw, Bangkok

Per iniziare si può visitare il Palazzo Reale del Wat Phra Kaeo, un edificio in stile thailandese che ospita una bellissima statua di Buddha in smeraldo ed al cui interno si può assistere a cerimonie religiose buddiste. 

Altrettanto suggestivo è poi il Wat Arun, noto come Tempio dell’Alba. Costruito nel XVII secolo, si contraddistingue per le sue guglie e le lussuose pagode decorate in porcellana che brillano al tramonto e alle prime luci del giorno. 

Wat Pho e la Statua del Buddha sdraiato, Bangkok
Wat Pho e la Statua del Buddha sdraiato, Bangkok

Da non perdere è anche il Wat Pho, conosciuto con il nome di Tempio del Buddha Sdraiato per l’enorme statua lunga 46 metri che sorge dentro il palazzo. Eretto nel XVI secolo, è un centro rinomato per la tutela della medicina thailandese e la tecnica di massaggio orientale. 

Tra gli oltre 500 templi merita una visita anche il Wat Tramit, famoso per accogliere la più imponente statua di Buddha in oro massiccio del mondo. 

Lumphini Park, Bangkok
Lumphini Park, Bangkok

Per gli amanti del verde invece, non può mancare un salto al Lumphini Park, il più grande polmone verde di Bangkok. È il luogo ideale per una giornata da trascorrere nella natura lontano dal caos cittadino. 

Ricco di laghetti e fitta vegetazione tropicale, vi permetterà di ammirare piccole scimmie ed uccelli bellissimi. 

Molto interessante è il Bangkok Art & Culture Centre che internamente accoglie innumerevoli opere d’arte contemporanea orientale ed europea, così come proiezioni di film e spettacoli teatrali. 

Siam Square, Bangkok
Siam Square, Bangkok

Se ne avete fin sopra i capelli di girare per musei e templi, potete sempre recarvi in Siam Square, una delle piazze principali di Bangkok. Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, qui potete trovare una vasta scelta di moderni centri commerciali e negozi per tutte le tasche come il Siam Paragon, il Platinum, l’MBK edil Central World

Molto più antico e tradizionale è il Chatuchak Weekend Market, il più grande dell’intera Thailandia con le sue oltre 10.000 bancarelle. 

Si tratta di un vero labirinto nel quale è possibile trovare spezie, cibo, abiti, souvenir, tappeti, fiori e molto altro. 

Indicato per i più superstiziosi è poi il Mercato degli Amuleti dove si possono comprare bracciali, ciondoli e collanine contro gli spiriti maligni, tipici della cultura thailandese. 

Street food a Bangkok
Street food a Bangkok

Prima di lasciare Bangkok però, non si può non assaggiare lo street-food locale. Infatti i venditori di cibo spuntano ad ogni angolo di strada ed offrono prelibatezze particolari e uniche nel loro genere. 

I luoghi migliori per gustare queste specialità sono soprattutto Chinatown e Pak Khlong Talat, dove ogni giorno ci sono bancarelle piene di piatti tipici come il khao kaeng ed il khao soi gai. 

Davvero imperdibile è anche la cucina della famosa Jay Fai, la vivace cuoca vincitrice della stella Michelin per lo street-food nel 2017. 

Cosa visitare nei dintorni di Bangkok 

Bangkok è una città molto grande che richiede tempo per essere visitata, ma si possono trovare molti altri luoghi interessanti da esplorare nei dintorni. 

Parco storico di Ayutthaya
Parco storico di Ayutthaya

Una località che sicuramente merita è Ayutthaya, antica capitale del regno di Siam, ossia l’odierna Thailandia. Le due origini risalgono al XIV secolo ma oggi molti dei suoi templi sono quasi tutti in rovina. 

Dista circa due ore da Bangkok e può essere raggiunta sia in autobus che in treno. 

Qui i turisti possono ammirare il Wat Mhatat, la testa di Buddha incastonata nelle radici di un albero ed il Tempio della Famiglia Reale Wat Phra Si Sanphet

Invece a circa 90 km da Bangkok c’è il Damnoen Saduak, grande mercato galleggiante dove le bancarelle si trovano su piccole imbarcazioni attraccate al molo. I turisti possono acquistare cibo, pesce fresco, souvenir, street-food e spezie. 

A 20 km da Bangkok potete anche optare per l’isola di Ko Kret, piccola striscia di terra al centro del fiume Chao Praya. La località è poco turistica e molto tranquilla in quanto non vi circolano auto ma solo biciclette. 

Al costo di circa 40 bat se ne può noleggiare una per visitare la zona in un paio di ore. Le attrattive principali sono soprattutto le numerose botteghe di ceramica e alcuni antichi templi buddisti. 

Allontanandosi in direzione nord-est si può puntare verso il Parco Nazionale Khao Yai, il terzo più grande della Thailandia. Patrimonio dell’UNESCO, accoglie grandi cascate ed una ricca fauna composta di maiali selvatici, scimmie, tigri, elefanti ed orsi neri.

Hotel: dove dormire

Per il vostro viaggio a Bangkok è sempre bene ponderare attentamente la scelta dell’albergo in quanto ce ne sono per tutti i gusti e per ogni tipo di budget. 

La città offre certamente ostelli e guest-house a poco prezzo ma è preferibile affidarsi ad una struttura ricettiva di profilo più elevato che possa assicurare un maggiore comfort e sicurezza. 

A Bangkok ci sono oltre 2.000 hotel, dalle 2 alle 5 stelle e non è per niente facile orientarsi nella scelta. 

È consigliabile optare per una struttura che si trovi nei pressi di una stazione della metropolitana in modo da potersi spostare con maggiore facilità in questa grande metropoli asiatica. 

Se pensate di alloggiare in un albergo 3 o 4 stelle vi potete affidare a strutture di buona qualità quali gli hotel delle catene Ibis, Novotel, Holiday Inn e Mercure. 

Questi alberghi sono sparsi in zone ad alta affluenza turistica come Thonburi, Silom e Siam Square e permettono di godere di un viaggio confortevole senza subire un salasso economico.

Per chi può permettersi di sostenere una spesa maggiore oppure sta progettando una bella luna di miele, si può puntare direttamente agli alberghi a 5 stelle. 

A Bangkok di certo non ne mancano ed è possibile riconoscerli da lontano grazie alle loro grandi terrazze panoramiche che ospitano enormi piscine e luminosi sky-bar. 

Per un lusso sofisticato ed elegante potete indirizzarvi verso gli hotel Hilton, Hyatt, Marriott e Sheraton, per i quali potrete arrivare a spendere circa 150 euro a notte in alta stagione. 

Assicurazione di viaggio

Al momento di mettersi in viaggio è buona norma sottoscrivere un’assicurazione di viaggio per mettersi al riparo da eventuali inconvenienti

Infatti, la Farnesina e il Ministero della Salute consigliano sempre di munirsi di una polizza viaggio che copra le eventuali spese per cure mediche, specialmente al di fuori dell’Unione Europea.

Nel caso di Bangkok e della Thailandia in generale, gli ospedali offrono uno standard di qualità non sempre ai massimi livelli ed è tutto a pagamento in quanto la tessera sanitaria italiana non ha valore in questo Paese.

Quindi una buona assicurazione di viaggio deve coprire le spese sanitarie per malattia o infortunio ed in alcuni casi è previsto anche il consulto con un medico italiano ed il rimpatrio immediato. 

Esistono poi polizze assicurative all-inclusive che comprendono lo smarrimento/furto di documenti e bagagli o la cancellazione del viaggio

Il costo di un’assicurazione di viaggio ovviamente può variare a seconda dell’età di chi la sottoscrive, del Paese di destinazione, della durata del viaggio e della copertura scelta. 

Pacchetti e voli dall’Italia

Al momento di prenotare una vacanza a Bangkok è utile ricordare che sarà un viaggio lungo e abbastanza pesante. 

Voli diretti dall’Italia, effettuati dalla compagnia Thai Airways da città come Milano e Roma, impiegano circa 11 ore per atterrare a Bangkok.

Sono inoltre disponibili voli con uno o più scali in altre località asiatiche come Abu Dhabi, Doha, Delhi, Il Cairo e Dubai. 

È possibile raggiungere Bangkok con scalo da città come Roma, Venezia, Napoli, Pisa, Bologna, Bari, Catania, Firenze, Cagliari e Genova. 

Il costo medio per un volo andata-ritorno parte dai 350-400 euro a persona ed in genere si viaggia con compagnie di bandiera come KLM, Air France, Lufthansa, Aeroflot, Oman Air, Swiss e Turkish Airlines. 

Per spendere meno si potrebbe acquistare un pacchetto completo che comprende volo e albergo. In questo caso per 6-7 notti all-inclusive il prezzo va da 650-700 euro fino ad un massimo di 1.300 euro a persona. Il vantaggio di questi pacchetti è che spesso offrono sconti per famiglie e coppie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *