Wat Pho, la statua del Buddha sdraiato

Wat Pho, la Statua del Buddha sdraiato

Il Tempio del Buddha sdraiato, o Wat Pho, a Bangkok è il luogo di culto più antico e prestigioso della Capitale, e uno dei più antichi di tutta la Thailandia. 

Ogni anno milioni di persone, tra fedeli e turisti, si recano in visita a questo luogo sacro per ammirare l’imponente statua del Buddha sdraiato custodita al suo interno.

Se avete in programma una visita alla città di Bangkok e al tempio Wat Pho, qui potete trovare tutte le informazioni di cui avete bisogno affinché la vostra esperienza risulti davvero speciale. 

Dove si trova 

Il Tempio del Buddha Sdraiato è situato tra le strade Sanam Chai e Maharaji, vicino al Grande Palazzo Reale

Come arrivare

Per raggiungere il Wat Pho il mezzo di trasporto migliore è sicuramente, l’autobus, in quanto il tempio è servito da numerose linee: 1, 3, 6, 9, 12, 25, 32, 44, 47, 48, 53, 82. 

I bus che transitano sulle linee 1, 6, 7, 8, 12, 44, 48 sono dotati di aria condizionata.

Un altro mezzo di trasporto di cui potete servirvi per raggiungere il tempio è il battello Chao Praya Express Boat. Potete scendere ai moli di Yha Chang, Tha Thien o Pak Klong Talad e poi entrare attraverso l’ingresso di Thai Wang Road.

Storia del Wat Pho

Wat Pho Gate
Wat Pho Gate

Il tempio Wat Pho, il cui nome ufficiale è Wat Phra Chetuphon Wimon Mangkhalaram Rajwaramahawiha, è uno dei monasteri reali più importanti della Thailandia

Questo luogo di culto sorge nello stesso punto in cui, all’inizio del ‘700, sorgeva un tempio più piccolo, il Wat Phodaram, che fu la sede della prima scuola di medicina della Thailandia. 

Nel 1788 il re Rama I della Dinastia Chakri volle ampliare e rendere più imponente l’esistente tempio di Wat Phodaram, situato a sud del Gran Palazzo Reale. 

I lavori durarono per 7 anni e, al termine, ci fu una grande celebrazione. 

La grande statua del Buddha sdraiato, che lo ha reso una delle mete preferite dai pellegrini e una delle attrazioni più significative della città di Bangkok, fu posizionata nel tempio solo molti anni dopo, durante il regno di re Rama III

Si dice che alla costruzione del tempio abbiano lavorato solo i migliori artisti e artigiani dell’epoca, per soddisfare il desiderio del re affinché il monastero diventasse un importante centro culturale e religioso per tutti i suoi sudditi. 

Cosa vedere: la statua del Buddha sdraiato e gli altri edifici

Il tempio buddista Wat Pho
Il tempio buddista Wat Pho

Visitare il tempio Wat Pho, a Bangkok, è un’esperienza davvero unica. 

Oltre all’attrazione principale, cioè il tempio del Buddha sdraiato, ci sono tante altre attrazioni interessanti, che non si può assolutamente mancare di vedere: pagode, sale riccamente e finemente decorate che ospitano affreschi e tesori di inestimabile pregio, statue, giardini, il laghetto dei coccodrilli e la scuola di massaggio Thai. 

Ecco le attrazioni più interessanti del tempio Wat Pho.

Phra Vihara – La sala del Buddha Sdraiato 

La sala del Buddha Sdraiato è un edificio lungo e stretto, quasi interamente occupato dall’enorme statua del Buddha sdraiato

La statua, realizzata con pietra, stucco, lamina d’oro e madreperla, è lunga 46 metri e alta 15

La sua particolarità, tuttavia, non risiede solo nella posa e nelle dimensioni, ma anche nei piedi alti 5 metri e ricoperti di madreperla, dove sono incisi 108 simboli che rappresentano la buona sorte, la grandezza di un re o di un imperatore e illustrazioni di ispirazione religiosa. 

Il Buddha sdraiato non è l’unico elemento di pregio di questa sala. 

I suoi muri sono riccamente decorati con affreschi che raffigurano scene religiose, mitologiche e storiche battaglie. 

Phra Maha Chedi Si Rajakarn

La parte del tempio denominata Phra Maha Chedi Si Rajakarn è costituita da 4 grandi pagode circondate da un alto muro bianco

Ogni pagoda è alta 46 metri ed è riccamente decorata all’esterno con intricati mosaici in maiolica. 

Il più antico dei 4 edifici è la pagoda Phra Maha Chedi Sri Sanpetdayarn, costruita durante il regno di re Rama I per custodire la statua del Buddha Phra Sisanpetch proveniente da Ayuttaya, dove sono custodite le reliquie del Buddha. 

Le pagode Phra Maha Chedi Dilok Dhammakaroknitarn e Phra Maha Chedi Muni Batborikharn, decorate con mosaici bianchi e gialli, sono invece state edificate durante il regno di re Rama III. 

La prima per celebrare il regno del padre, suo predecessore, re Rama II; la seconda, invece, fu costruita per celebrare Buddha e il sovrano che regnava in quel periodo. 

La pagoda decorata con mosaici blu e il muro di cinta furono invece costruiti durante il regno di Rama IV o re Mangkut. 

Mentre l’edificio è nato per celebrare il suo regno, il muro è stato costruito perché non potessero essere aggiunte altre pagode al gruppo. 

Esse, infatti, rappresentano quattro sovrani della dinastia Chakri che hanno regnato nello stesso periodo di tempo e si sono incontrati tra loro. 

Phra Ubosot 

Phra Ubosot è la sala in cui i monaci eseguono i rituali di preghiera

Costruita durante il regno di Rama I nello stile della città di Ayuttaya, fu ampliata per volere di Rama III. 

Le porte in legno massiccio sono finemente decorate con mosaici e scene tratte dal Ramakien (la versione thailandese del Ramayana, uno dei più grandi poemi epici dell’induismo), mentre le pareti sono affrescate con bellissimi dipinti di ispirazione religiosa. 

All’interno della sala è custodita la statua del Phra Buddha Theva Patimakorn, che ritrae il Buddha in posizione seduta. 

All’interno dell’alto piedistallo su cui poggia la statua è custodita una parte delle ceneri di re Rama I. 

Phra Rabieng

Con questo nome si indicano i due chiostri che circondano la cappella che collega i 4 Vihara (per conoscere la terminologia dei templi thailandesi vi consigliamo questa lettura). 

I loro lunghi corridoi ospitano ben 150 statue del Buddha ricoperte in foglia d’oro. 

Queste statue provengono direttamente da Ayuttaya e furono trasportate a Bangkok durante il regno di re Rama I.  

Le iscrizioni presenti su ognuna delle colonne dei due chiostri furono realizzate per volere di re Rama III. 

Phra Mondob

Phra Mondob è la sala delle Scritture. Costruita durante il regno di Rama III, ha un tetto a forma di tetraedo, riccamente decorato con mosaici multicolore in ceramica cinese e un cancello ai cui lati si trovano due statue che raffigurano dei giganti leggendari, gli Yak Wat Pho. 

All’interno di questa sala è custodito il Tripitaka (Scritture Buddiste). 

Il Phra Mondob è circondato da tre padiglioni nei quali si trovano degli affreschi che rappresentano la nascita del Ramayana. 

Phra Vihara Tis

Queste 4 sale, orientate ognuna nella direzione di uno dei quattro punti cardinali, ospitano ciascuna una statua del Buddha

Ogni statua raffigura il Buddha durante una specifica tappa del suo viaggio

La sala Vihara Est ospita la statua del Buddha seduto sotto l’albero di Bhodi. 

Nella sala Vihara Sud è custodita un’immagine del Buddha che consegna il primo sermone ai 5 discepoli. 

La sala Vihara Ovest ospita la statua del Buddha ritratto mentre prega all’ombra della Naga. 

Nella sala Vihara Nord il Buddha è raffigurato in una posizione che richiama il suo periodo di isolamento in una foresta, lontano dai monaci in conflitto tra loro. 

Sala Kamparien 

Questo edificio risale probabilmente al periodo antecedente il regno di re Rama I, quando Ayuttaya era ancora capitale e il tempio si chiamava Wat Phodaram. 

In origine, la Sala Kamparien doveva essere la cappella principale. Oggi è una sala dove vengono celebrati rituali e letti sermoni

Sala Rai 

Si tratta di due padiglioni situati all’esterno della cappella principale. Durante il regno di re Rama III venne costruita una veranda per rendere i padiglioni chiusi. 

I due padiglioni sono delle vere e proprie librerie, sui cui muri sono dipinte le principali posizioni del massaggio thailandese (padiglione nord), e le iscrizioni che parlano dell’angelo custode che protegge i bimbi appena nati (padiglione sud). 

Sempre nel padiglione sud, sono presenti anche le descrizioni delle malattie che colpiscono i bambini e i rimedi per curarle, oltre a delle iscrizioni tratte dal Ramayana. 

Libreria Somdet Wo Pho To 

La Libreria Somdet Wo To Pho è una costruzione edificata in epoca moderna per celebrare Somdet Phra Wannarat, il decimo abate dell’abbazia. L’edificio si trova all’interno dell’area che ospita le abitazioni dei monaci. 

Al primo piano è situata la libreria del tempio. Al secondo piano c’è la sala delle conferenze, che ospita le statue dei 14 abati del tempio. 

Al piano interrato si trova invece un museo dove sono esposti tutti i tesori del tempio e alcuni dei tesori appartenuti ai re del passato. 

Orari di apertura

Il tempio Wat Pho a Bangkok è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 18:30

Il centro massaggi, invece, è aperto dalle 8:00 alle 17:00. 

Prezzo dei biglietti

Il costo dei biglietti d’ingresso per il tempio Wat Pho è di 200 Baht (€5,95) per gli adulti e i bambini di altezza superiore ai 120 cm. I bambini di altezza inferiore ai 120 cm possono entrare gratuitamente. 

Se desiderate visitare il tempio Wat Pho insieme ad altre attrazioni di Bangkok potete acquistare un pacchetto già pronto

Come questo, che comprende la visita guidata (in lingua inglese) del Gran Palazzo Reale, del Tempio del Buddha di Smeraldo e, a scelta, del Wat Pho e del Wat Arun. 

Come vestirsi e comportarsi all’interno del tempio 

Come comportarsi all'interno del tempio
Come comportarsi all’interno del tempio

Il tempio Wat Pho non è solo un’attrazione turistica ma è, prima di tutto, un luogo di culto

Per questo, per visitarlo, bisogna rispettare alcune regole, che riguardano l’abbigliamento e il comportamento

All’interno delle mura del tempio bisogna tenere un comportamento dignitoso e rispettoso e un abbigliamento consono. 

Le donne, in particolare, non possono indossare pantaloni sopra il ginocchio

Quando si entra negli edifici religiosi, bisogna togliere le scarpe e metterle negli appositi spazi. 

Gli edifici in cui i monaci eseguono i riti religiosi sono preclusi alle donne, che non possono per nessun motivo toccare i monaci (i contatti fisici tra persone di genere maschile e monaci sono, invece, permessi). 

Se vi capita di interagire con un monaco, rivolgetevi a lui con educazione e rispetto, poiché si tratta di un rappresentante del Buddha. 

Durante la vostra visita al tempio, potete scattare delle foto all’immagine del Buddha ma non potete, per nessun motivo, toccarla o calpestarla. 

Massaggio thai al Wat Pho

All’interno del tempio Wat Pho c’è una scuola di medicina tradizionale thailandese dove, tra le altre cose, viene insegnata agli allievi anche l’arte del massaggio thailandese. 

Se desiderate rilassarvi con un bel massaggio eseguito da professionisti esperti, potete usufruire del servizio offerto ai visitatori dalla Thai Traditional Medical School del Wat Pho.

Le tariffe per i massaggi sono le seguenti: 

  • Massaggio Thai di 30 minuti 260 Baht (circa 8 euro)
  • Massaggio Thai di 1 ora 420 Baht (circa 12 euro)
  • Massaggio ai piedi di 30 minuti 280 Baht (poco più di 8 euro)
  • Massaggio ai piedi di 1 ora 420 Baht (circa 12 euro)

È consigliabile prenotare il massaggio in anticipo. 

Quanto tempo serve per visitarlo?

Per visitare il tempio Wat Pho ci vogliono almeno due ore

Se desiderate visitarlo al meglio, potete prenotare una visita guidata, effettuata da una guida esperta. 

Quanto ti è stato utile questo articolo?
[Totale: 0 Media: 0]
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.