Similan Islands: dove si trovano, cosa vedere e quando andare

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 18 Agosto 2020

Similan Islands, Thailandia

Non sono comuni i luoghi al mondo che possono essere definiti incontaminati in ogni loro angolo.

L’aumento dell’urbanizzazione e dell’inquinamento rende sempre più complicato trovare ambienti dove la vegetazione cresce rigogliosa e senza ostacoli.

Per fortuna, alcuni luoghi rappresentano l’eccezione a questa condizione: uno di questi è il Parco Nazionale delle Similan Islands! 😊

Le Similan Islands sono nove isole che si trovano nella zona sud-ovest della Thailandia

La loro fama sta crescendo sempre di più e questa meta turistica è una tappa assolutamente da non perdere per chi ama la natura ed i paesaggi mozzafiato

Ecco tutto ciò che c’è da conoscere sulle Similan Islands

In quale distretto si trovano?

Le Similan Islands si trovano nel distretto di Thai Mueang

La provincia di appartenenza delle nove isole è quella di Phang Nga

Similan Islands: clima e popolazione 

Il clima delle Similan Islands è tropicale.

Ciò significa che durante tutto l’anno le temperature sono abbastanza elevate e piacevoli.

In media, la temperatura annua si avvicina ai 27 gradi centigradi, mentre il tasso di umidità è molto alto e la sua media arriva a circa 87%

Tutte le nove Similan Islands sono assolutamente inabitate. Non ci sono case o edifici domestici in questi luoghi ad eccezione di piccole stazioni dedicate ai ranger thailandesi.

D’altronde, questa destinazione è un Parco Nazionale, un’area riservata tenuta sotto custodia dagli enti thailandesi.

Tuttavia, il flusso di turisti è costante ed anno dopo anno i visitatori della meta crescono a dismisura. 

Le isole Similan non possiedono un aeroporto

Per raggiungere la destinazione, l’aeroporto più vicino è quello internazionale di Phuket, che si trova a sud delle Similan Islands, a circa 100 chilometri di distanza.

Come arrivare da Phuket: i migliori tour

Periodo ideale per visitare le Similan Islands

Se state pensando di visitare le isole Similan, si sconsiglia di progettare un viaggio nella “stagione delle Grandi Piogge” che intercorre dalla seconda metà di maggio a novembre.

Durante questo periodo, le molteplici precipitazioni rendono impossibile una visita accurata alle diverse isole. 

Il periodo ideale per visitare le Similan Islands va da ottobre alla prima metà di maggio.

Questo periodo viene definito la “stagione secca”, in quanto il clima è asciutto e le precipitazioni sono molto rare

Inoltre, c’è da precisare che solo durante questo periodo il Parco Nazionale è aperto ai visitatori, mentre per il resto dell’anno è impossibile accedervi.

Le migliori spiagge delle Similan Islands

Le migliori spiagge delle Similan Islands, thailandia
Le migliori spiagge delle Similan Islands, thailandia

Se amate il mare, le Similan Islands sono un paradiso per gli occhi e non solo.

Tutte le nove isole che compongono l’arcipelago sono bagnate da acque turchesi che ricordano i paesaggi incantati delle Maldive

Le spiagge possiedono un colore dorato, a tratti bianco, dove la sabbia morbida accarezza i piedi.

Distendersi anche semplicemente al sole sulla spiaggia, evitando di fare il bagno, è un’esperienza magnifica, quasi rigenerante per il proprio corpo. 

La maggioranza delle spiagge è poi circondata da una ricca vegetazione, verde e rigogliosa.

Ci sono anche rocce di granito, dal colore chiaro e splendente, che proteggono le varie spiagge, formando una simbolica cornice che racchiude un ambiente stupefacente.

Tutte le spiagge hanno più o meno le stesse caratteristiche (quindi potete andare tranquilli!), ma vogliamo evidenziare alcune zone speciali.  

La spiaggia dell'isola Huyong, Similan Islands, Thailandia
La spiaggia dell’isola Huyong, Similan Islands, Thailandia

Una è la spiaggia dell’isola Huyong

Qui la distesa di sabbia è molto lunga, la più estesa delle Similan Islands e su di essa, le tartarughe marine ogni stagione si fermano per deporre e conservare le proprie uova.

Un’altra spiaggia da non perdere è quella sull’isola di Hin Pousar, c’è una formazione rocciosa che ricorda la testa di un elefante e al di sotto delle rocce è possibile visitare delle caverne sott’acqua

Utile da sapere: sulle isole di Payu e Payan non vi sono spiagge.

Attrazioni, punti d’interesse e cose da fare

Le Similan Islands non sono solo un luogo dove potrete fare il bagno e rilassarvi sulla spiaggia

Ci sono diverse attività da svolgere, in particolar modo per chi vuole ammirare la fauna e la flora locale armato di… maschera!

In tutte le nove isole, infatti, sono presenti percorsi di snorkeling da compiere per poter ammirare alcune specie marine di rara bellezza, che vanno da piccoli pesci fino agli squali balena. 

Il centro snorkeling più curato e consigliato è quello presente sull’isola di Ko Miang

Gli avventurosi che vogliono vedere da vicino lo squalo balena, immergendosi nel suo habitat naturale, devono visitare i centri snorkeling delle isole Bon e Tachai

Oltre allo snorkeling, sulle Similan Islands potrete avventurarvi in avvincenti percorsi di trekking

Dove fare snorkelingScoprite di più

A Ko Miang ci sono il Viewpoint Trail ed il Sunset Point, due percorsi a tratti anche difficili da attraversare, che vi porteranno in punti panoramici eccezionali. 

Anche a Ko Similan esistono diversi percorsi di trekking.

Il più lungo è di circa 2,5 chilometri e percorre quasi interamente la foresta incontaminata dell’isola. 

Similan Islands: vicinanza con le altre città e isole

Le Similan Islands distano in linea d’aria circa 100 chilometri dalla grande isola di Phuket

Un’altra destinazione balneare come Koh Samui dista circa 300 chilometri dal Parco Nazionale delle isole Similan.

La capitale Bangkok è piuttosto lontana, dato che si trova a circa 660 chilometri a nord dalle Similan Islands.

La località di Krabi invece, si trova a circa 150 chilometri dalle isole Similan.

Similan Islands: dove alloggiare sull’isola?

Non ci sono strutture ricettive di alto livello sulle Similan Islands.

Anzi, se escludete una zona di Ko Miang dove sono presenti bungalow per i più avventurosi, nell’intero Parco Nazionale non esistono strutture per alloggiare.

Chi desidera visitare le isole può scegliere di alloggiare in località vicine

Sulla costa di fronte alle isole, c’è Khao Lak, cittadina che ospita diverse tipologie di strutture ricettive, da quelle più economiche a dei veri e propri beach resort a 4 o 5 stelle.

In alternativa, anche se il viaggio è più lungo e faticoso per raggiungere la meta finale, si può decidere di soggiornare sull’isola di Phuket

Quale assicurazione viaggio stipulare per le Similan Islands?

Per un viaggio nelle Similan Islands e, più in generale, in Thailandia, è sicuramente consigliato stipulare un’assicurazione di viaggio.

Naturalmente, èopportuno riferirsi sempre a società affidabili e dall’esperienza consolidata.

Tra i servizi inclusi nella propria assicurazione non dovrebbero mancare l’assistenza 24 ore su 24 e, soprattutto, la copertura delle spese mediche.

Pacchetti e viaggi dall’Italia

Per visitare le Similan Islands ci sono diverse possibilità

Per esempio, ci sono escursioni in barca, molto ben organizzate, di un solo giorno

Potreste quindi organizzare un itinerario che abbini la vostra escursione alle Similan ad altre destinazioni come Phuket e il Parco Nazionale di Khao Lak

In alternativa, potreste considerare una visita approfondita delle isole attraverso la formula LiveaBoard. 

Di cosa di tratta? È una vacanza su imbarcazioni che offrono il servizio di mini-crociera, con un itinerario di 4 giorni circa per visitare interamente le 9 Similan Islands. 

Chi preferisce il fai-da-te nell’organizzazione dei viaggi potrebbe prenotare in autonomia un volo per Phuket e, una volta giunto sull’isola, organizzarsi per arrivare nella zona di Khao Lak, il porto principale per raggiungere le Similan Islands

Da Phuket a Khao Lak ci sono diversi collegamenti, effettuati attraverso bus o minivan privati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *