Koh Samui: cosa fare, come arrivare

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 18 Agosto 2020

Koh Samui: cosa vedere e come arrivare da Bangkok

L’isola di Koh Samui è una delle mete thailandesi più apprezzate ed è situata nella zona sud-occidentale del Golfo di Thailandia. Fa parte dell’arcipelago di Mu Koh Samui e dista 70 km dalla costa. 

Amministrativamente appartiene alla provincia di Surat Thani ed è tagliata da una catena montuosa contornata da bellissime spiagge ricche di vegetazione tropicale.

Andiamo a conoscere questa incantevole destinazione!

I distretti dell’isola

Il distretto principale dell’isola è rappresentato da Koh Samui, al quale si aggiungono quelli di Lipa Noi, Maret, Taling Ngam, Bophut, Mae Nam e Na Mueang. 

Distretti insulari sono invece Koh Pha Ngan e Ang Thong. 

A Koh Samui il centro abitato più grande è Nathon, porto di arrivo per i traghetti che si trova lungo il versante occidentale dell’isola. La strada più importante corre per 51 km intorno alla montagna centrale, per poi continuare lungo la costa.

Clima, popolazione locale ed aeroporto

Koh Samui è caratterizzata da un clima prettamente monsonico, tipico della Thailandia meridionale. Vi troverete ad affrontare un caldo-umido nel quale le temperature massime arrivano oltre i 30 °C e le minime raramente scendono al di sotto dei 23 °C

L’isola è comunque altamente turistica ed abbastanza affollata durante tutto l’anno.

La popolazione locale è composta da circa 67.000 abitanti, per lo più pescatori ed agricoltori che coltivano caucciù e palme da cocco. 

In genere sono persone molto affabili ed aperte verso i turisti occidentali. 😊

Koh Samui possiede un aeroporto internazionale rinnovato nel 2004, uno dei più moderni di tutta la Thailandia

Vi transitano oltre 2 milioni di persone all’anno e arrivano soprattutto voli della compagnia Bangkok Airways. 

Lo scalo collega Koh Samui con le principali città thailandesi e alcuni Paesi asiatici come Malesia e Singapore. Dista circa 15-20 minuti dal centro ed è ben collegato grazie a taxi, minivan ed autobus.

Il periodo migliore per visitare l’isola

Prima di organizzare il viaggio per Koh Samui è importante scegliere attentamente il periodo più favorevole per partire. 

Di solito il momento migliore è nel corso della stagione secca, cioè tra i mesi di gennaio e giugno, quando le piogge monsoniche sono assenti e le temperature massime sfiorano appena i 30 °C.

Da evitare assolutamente è la stagione delle piogge, tra luglio e novembre poiché il caldo è torrido e la probabilità di incontrare temporali è decisamente elevata. 

I mesi peggiori sono per lo più ottobre e novembre ma in alcuni casi anche dicembre ed inizio gennaio possono essere piovosi e ventosi.

Le spiagge più belle di Koh Samui

Koh Samui è la destinazione ideale se desiderate vivere una vacanza in riva al mare e fare sport d’acqua

Le spiagge davvero non mancano ed avrete soltanto l’imbarazzo della scelta! 

Sarà utile considerare che i litorali più tranquilli e meglio serviti si trovano sulla costa meridionale dell’isola.

Potete iniziare dalla spiaggia più famosa di Koh Samui, ovvero Chaweng Beach

Si trova sul versante sud-est e misura quasi 7 km. 

Qui l’acqua è limpidissima e di un verde brillante mentre la sabbia è fine e bianchissima. È perfetta per le famiglie poiché ci sono resort, hotel, bar e ristoranti. 

Poco più a sud di Chaweng c’è Lamai Beach, seconda spiaggia per importanza e grandezza. La baia è protetta dalla barriera corallina e si distingue per le sue rocce dalle forme strane. 

È l’arenile più indicato per gli amanti dello snorkeling e della pesca subacquea.

Più piccola è Bophut Beach che si allarga verso nord ed è lunga appena 2 km. 

Circondata da palme e mangrovie, offre una vasta gamma di alberghi a buon mercato, così come centri commerciali, pub e mercati.

Sempre a nord troverete Maenam Beach, meno gettonata delle altre spiagge. 

Il paesaggio è davvero suggestivo e l’acqua cristallina e poco profonda la rende ideale per le famiglie con bambini piccoli. 

Infine, potete fare un salto a Coral Cove Beach, piccolissima insenatura poco frequentata dai turisti che vi permetterà di passare una giornata lontano dal caos di Koh Samui.

Le migliori spiagge di Koh SamuiScoprite di più

Le attrazioni da non perdere

Il vostro giro turistico di Koh Samui può cominciare con una gita verso le scogliere rocciose di Hin Tae Hin Yai

Si tratta di formazioni calcaree molto antiche a ridosso della spiaggia di Lamai Beach che fanno sorridere i turisti per le forme molto curiose e particolari.

Altrettanto divertente è il tour nella giungla da fare al seguito delle guide locali. 

In genere si svolge nell’arco di una giornata e potrete ammirare piante, alberi e uccelli a bordo di un fuoristrada. 

Se invece amate gli animali, potete sempre optare per il Samui Crocodile Farm, vicino la spiaggia di Chaweng. 

Qui avrete l’occasione di vedere da vicino coccodrilli e serpenti velenosi. 

In alternativa, si può fare un safari nella giungla in sella agli elefanti che vi porterà a visitare il Namuang Safari Park.

Affascinanti sono anche le Cascate di Na Muang, uno dei luoghi più incantevoli di tutta Koh Samui. Questa meraviglia naturale sorge ad ovest del villaggio di Nathon e si compone di due diverse cascate, una di 80 metri e l’altra di 18 metri. 

Quella più piccola potrete raggiungerla in auto mentre l’altra soltanto a piedi. 

Merita di essere visitato anche il Secret Buddha Garden, tra le colline a nord di Lamai Beach. 

Vi ritroverete in un piccolo giardino con una folta vegetazione e statue raffiguranti divinità buddiste. L’atmosfera che si respira può essere definita eterea, poiché c’è una grande pace e tranquillità.

Koh Samui offre altro al di là delle sue tante bellezze naturali. Infatti si possono visitare diversi templi buddisti molto interessanti. 

Big Buddha

Big Buddha, Koh Samui
Big Buddha, Koh Samui

Il più conosciuto è quello del Big Buddha, non lontano dalla spiaggia di Bang Rak. Si riconosce per la grande statua di Buddha che svetta in cima ed è decorato con statuine dedicate a divinità cinesi ed indiane come Visnù, Shiva e Ganesh.

Wat Plai Laem

Wat Plai Laem, Koh Samui
Wat Plai Laem, Koh Samui

Il Wat Plai Laem è uno dei templi buddisti più belli di Koh Samui e ha due statue giganti del Buddha. 

La più famosa è la dea Guanyin, alta 15 metri e rappresentata con 18 braccia che utilizza per curare la sofferenza delle persone.

Wat Khunaram

Caratteristico è pure il Wat Khunaram, tempio famoso a Koh Samui per il fatto di ospitare la mummia del monaco Luong Pordaeng. 

Si tratta di un religioso morto nel 1973 e ciò che stupisce è l’assenza di decomposizione mostrata dal corpo.

Fisherman’s Village

Dopo aver fatto il pieno di templi ed edifici religiosi potete puntare verso il Fisherman’s Village, il villaggio di pescatori. 

È un pittoresco centro abitato vicino Bophut Beach composto da casette di legno colorate che ospitano ristoranti, negozi di souvenir e bar.

Cosa vedere a Koh SamuiScoprite di più

Mangiare a Koh Samui

Quando avrete appetito potrete scegliere un bel ristorante oppure assaggiare le prelibatezze dello street-food locale. 

Qui la tradizione culinaria è più variegata rispetto dal resto della Thailandia poiché si utilizzano latte di cocco e curry in gran quantità. 

Le bancarelle di cibo abbondano ad ogni angolo di strada e soprattutto alChaweng Walking Street Market

Il consiglio è di provare il gwoy tiao, una zuppa di noodles e carne, il khanom jeen, noodles di riso al curry oppure il khao mok kai, cosce di pollo con spezie e riso.  

Le migliori escursioni nei dintorni

Il Parco Marino Ang Thong, Koh Samui
Il Parco Marino Ang Thong, Koh Samui

L’isola di Koh Samui vi dà la possibilità di svolgere tante gite nei dintorni. 

Per esempio, l’escursione più ambita tra i turisti è quella al Parco Marino di Ang Thong

Questa riserva naturale è composta da ben 42 isolette rocciose sparse nel Golfo di Thailandia. 

Per poter fare il tour dovrete noleggiare una barca oppure un motoscafo.

La prima tappa sarà sicuramente l’isola di Wua Talap, nella baia di Kha. 

Oltre alla spiaggia di sabbia bianca potrete salire su una piccola altura che offre una splendida vista panoramica. 

Il viaggio prosegue poi con l’isola di Samsao, vicino Mae Koh, dove potrete ammirare la barriera corallina, fare campeggio e snorkeling. 

Altre due isolette nel Parco Marino sono poi Thaiphlao e Wua Kantang, indicate per gli sport d’acqua ed il bird-watching.                      

Altra escursione che potete fare nelle vicinanze è Koh Tao, conosciuta con il nome di Isola Tartaruga. Sorge a 50 km dalla costa nord di Koh Samui ed è rinomata per il suo litorale roccioso e sabbioso lungo il quale si può nuotare, fare foto ed osservare tanti animali selvatici. 

Dispone di molte strutture ricettive ed è quindi possibile pernottare per la notte.    

Meta imperdibile è Koh Phangan, isoletta a nord di Koh Samui che si può raggiungere in circa 30 minuti. 

La partenza in barca avviene dal porto di Bophut e potete fare una gita di un giorno o rimanere qualche giorno in più. 

Sull’isola ci sono molte spiagge che rappresentano un’opzione eccellente per chi ama lo snorkeling in quanto i fondali sono molto bassi. 

Dove fare snorkelingScoprite di più

Dove dormire a Koh Samui: gli hotel

Per la sua conformazione geografica, Koh Samui vi permette di alloggiare sul mare in qualsiasi punto dell’isola vi troviate

Infatti da nord a sud avrete la possibilità di prenotare alberghi e resort di qualsiasi categoria desideriate. 

In ogni caso, è utile sottolineare che le strutture alberghiere migliori si trovano tra Lamai Beach e Chaweng

Quest’ultima però è una zona più cara rispetto alla prima, economica e meno affollata.

Gli hotel 3 stelle partono da un prezzo base di circa 20 a notte, per arrivare ad un massimo di 40 euro. Sono prevalentemente alberghi di media qualità che si adatto bene alle esigenze di chi vuole spendere poco. 

Salendo poi di categoria, troverete hotel da 4 e 5 stelle; si tratta strutture molto eleganti e di lusso con piscine, bar, ristoranti, spa e molto altro. 

Il costo medio può variare tra i 50 euro ed i 150-200 euro a notte per gli alberghi più esclusivi.

Assicurazione di viaggio

Per chi si trova a pianificare una vacanza è molto importante poter contare su una buona assicurazione di viaggio

Di solito quando si viaggia verso un Paese straniero è buona norma stipulare una polizza che possa mettere il turista al riparo da ogni emergenza o imprevisto

Oggi le principali società propongono assicurazioni che offrono copertura per il caso di furto o smarrimento dei bagagli, così come per il loro danneggiamento. 

In alternativa, ci sono contratti più semplici che garantiscono solo il rimborso per l’annullamento del viaggio. 

Altre polizze, inoltre, sono di tipo sanitario e forniscono assistenza nell’eventualità di infortuni, incidenti, ricoveri ed interventi chirurgici. 

Per la Thailandia, queste sono consigliatissime. Infatti gli ospedali in Thailandia offrono cure a pagamento e il conto può essere molto salato.

Alcune di queste polizze offrono anche consulenze a distanza con personale medico italiano. 

Il prezzo per un’assicurazione di viaggio è variabile poiché è vincolato alle opzioni di copertura fornite, alla destinazione e alla durata del viaggio. 

Pacchetti e voli dall’Italia

L’isola di Koh Samui è fornita di un aeroporto internazionale molto bello e funzionale che però non accoglie voli dall’Europa

Per chi proviene dall’Italia è indispensabile arrivare prima nella capitale thailandese. Da Roma e Milano la Thai Airways offre un volo diretto verso Bangkok che durerà quasi 11 ore ed avrà un costo di circa 350 euro.

Da altre città italiane il biglietto costerà almeno 450 euro, avendo uno scalo in più ma viaggerete con le migliori compagnie come KLM, Lufthansa, Turkish Airlines, Qatar Aiways e British Airways. 

Una volta a Bangkok non vi resta che prendere un altro aereo per Koh Samui con una compagnia thailandese. 

Tra le due città ci sono voli della Bangkok Airways ogni ora e pagherete intorno ai 130 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *