Koh Lanta

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 17 Agosto 2020

Koh Lanta, Thailandia

Se cercate una vacanza all’insegna del sole, del mare e del relax, Koh Lanta è proprio ciò che fa al caso vostro! 

Si tratta di un piccolo arcipelago situato nella provincia di Krabi, a sud della Thailandia, le cui isole maggiori sono Koh Lanta Yai e Koh Lanta Noi.

Quest’ultima è la più piccola delle due ed oltre ad essere disabitata è priva di strutture turistiche. 

Dunque, quando si parla di Koh Lanta in generale è a Koh Lanta Yai che si fa riferimento

Scopriamo di più su questa bella destinazione della “terra del sorriso”.

Koh Lanta: clima, popolazione ed aeroporto

Il clima di Koh Lanta è tropicale caldo-umido come nel resto del Paese e per questo motivo le temperature sono molto alte durante tutto l’anno. 

Il periodo migliore per visitare la località è la stagione secca, ovvero tra novembre e febbraio, quando la massima sfiora appena i 30 °C e le piogge sono quasi del tutto assenti. 

Per quel che riguarda la popolazione locale, Kho Lanta conta poco più di 10.000 abitanti e ciò che colpisce è la grande mescolanza di religioni e culture differenti

Infatti, gran parte degli isolani sono di fede musulmana ma convivono pacificamente con buddisti, taoisti e gitani.

In ogni caso è bene specificare che Koh Lanta non è servita da alcun aeroporto, visto le sue dimensioni ridotte. L’aeroporto più vicino è quello di Krabi, che può essere raggiunto via traghetto.

Le cose da vedere a Kho Lanta 

Kho Lanta è la meta perfetta se avete intenzione di nuotare, fare sport e prendere il sole poiché vi offre un numero pressoché illimitato di spiagge ed attività ricreative da fare da soli o in compagnia.

Questa meta vi conquisterà anche con i suoi piccoli templi (wat) nascosti tra il verde!

Parco Nazionale di Kho Lanta, Thailandia
Parco Nazionale di Kho Lanta, Thailandia

Se volete esplorare il lato più selvaggio ed autentico dell’isola, il consiglio è di visitare il Parco Nazionale di Koh Lanta, situato sul lato sud dell’isola e raggiungibile tramite una strada dissestata e piena di curve. 

Qui ci sono due piccole spiagge, Tanod e Hin Ngam, riconoscibili per la sabbia bianca e per le acque cristalline. 

Intorno c’è poi una folta vegetazione di mangrovie e piante tropicali, una interessante fauna che include scimmie e varani, e tante specie di uccelli per chi ama il bird-watching. 

Nel parco si può ammirare anche un piccolo e suggestivo faro.

Una visita meritano le grotte di Khao Mai Kaew, verso il lato sud-ovest di Koh Lanta. Per arrivarci dovrete seguire un sentiero stretto di circa 2 km che si snoda attraverso diverse piantagioni. 

Una volta giunti a destinazione potrete ammirare lo spettacolo delle caverne e delle rocce carsiche ricche di stalattiti e stalagmiti

Alcune di queste grotte sono davvero immense ed una in particolare ha una piscina naturale molto bella. 

L’esperienza è però sconsigliata a chi soffre di claustrofobia e teme incontri con “amici” come ragni e pipistrelli!

Per quel che riguarda invece le migliori spiagge di Koh Lanta, c’è soltanto l’imbarazzo della scelta per l’incredibile varietà offerta dal territorio e le più interessanti si affacciano soprattutto lungo il versante nord-occidentale dell’isola.

Per cominciare potete recarvi a Khlong Dao, un litorale di circa 3 km che si distingue per la sua sabbia fine e molto bianca. I tramonti sono davvero spettacolari ed è la spiaggia ideale per nuotare con i bambini poiché è molto spaziosa e non è affollata.

Phra Ae beach, Koh Lanta
Phra Ae beach, Koh Lanta

Altrettanto incantevole è Phra Ae, nota come Long Beach, che si trova a sud di Khlong Dao ed è la spiaggia più famosa e frequentata di tutta Koh Lanta

Si estende per quasi 5 km e qui potrete trovare diversi resort se desiderate soggiornare a ridosso del mare. Ci sono molti ristoranti dove potete assaggiare piatti a base di pesce a prezzo basso. 

A poca distanza dal Parco Nazionale c’è poi Khlong Nin, piccola insenatura di 3 km famosa per la sua acqua dai meravigliosi riflessi verde smeraldo. 

Tranquilla e poco frequentata, è avvolta da una vegetazione fitta di alberi tropicali.

Se invece preferite passeggiare per Koh Lanta, potete sempre recarvi al vecchio villaggio di Lanta Old Town. È la parte più antica dell’isola ed è abitata da pescatori thailandesi e mercanti di origine cinese. 

Ricca di bar e ristoranti, è il luogo giusto per fare shopping nei suoi numerosi negozi di artigianato. 

Molto interessante è inoltre il villaggio dei gitani di mare, Ban Sang Kha Ou in thailandese. 

Si tratta di un luogo la cui popolazione da secoli vive in palafitte sul mare, parla una propria lingua ed ha riti religiosi particolari.

A Koh Lanta la vita notturna è abbastanza tranquilla e si svolge soprattutto tra le spiagge di Long Beach e Klong Dao

I locali per mangiare non mancano di certo, così come le bancarelle di street-food. I piatti tipici della zona comprendono il curry indiano massaman, il pollo biryani ed i noodles khanom jeen. 

Molte pietanze sono di origine malese ed indonesiana, proprio per l’intreccio culturale che si vive sull’isola.

Le migliori escursioni nei dintorni

Koh Lanta è un’isola che consente di poter effettuare escursioni e gite verso le isole che circondano l’arcipelago

Koh Haa, Koh Lanta
Koh Haa, Koh Lanta

Il tour nei dintorni può cominciare con l’isoletta di Koh Haa, rinomata per la sua bellissima laguna che ospita tantissimi coralli e pesci dai colori variopinti.

A 30 km da Koh Lanta potete poi spostarvi verso Koh Rok, un piccolo arcipelago composto da due isole, Koh Rok Nok e Koh Rok Nai, distanti tra loro circa 250 metri. 

I due isolotti fanno parte del Parco Nazionale di Koh Lanta e per raggiungerli non ci sono traghetti pubblici ma solo imbarcazioni private da noleggiare. 

Le isole sono disabitate e non è possibile rimanere per la notte. 

In ogni caso Koh Rok, è l’escursione ideale per chi ama nuotare e vedere la barriera corallina.

Koh Mook Island
Koh Mook Island

Davvero imperdibile è Koh Mook, una delle isole più conosciute grazie alla sua Emerald Cave, una grotta che può essere percorsa a nuoto attraverso un tunnel di 80 metri. 

Per visitarla avrete bisogno di una guida locale che vi seguirà lungo tutto il percorso.

In realtà Koh Mook fa parte del cosiddetto 4 Islands Tour, un giro turistico di un giorno che comprende altre tre isole della provincia di Trang come Koh Kradan, Koh Chuang e Koh Ngai. 

Se optate per il tour completo vi sposterete da un’isoletta all’altra ed in alcuni casi vi sarà la possibilità di pranzare, fare immersioni e scattare foto subacquee. 

Per finire, potete fare un salto a Krabi, raggiungibile in un’ora di traghetto. Qui ci sono altre attrattive molto belle quali la spiaggia Ao Nang, il tempio di Wat Tham Sua ed il Parco Marino di Hat Noppharat Thara.

Pacchetti e voli dall’Italia

Come detto in precedenza, Koh Lanta non dispone di un proprio aeroporto. 

Quindi per chi giunge dall’Italia è necessario passare per Bangkok e Krabi

Da Milano e Roma è disponibile il volo diretto della Thai Airways per la capitale ad un prezzo base di 340-350 euro mentre dalle altre località italiane si parte dai 450 euro, volando con compagnie di linea come Turkish Airlines, Qatar Airways, KLM, Swiss, Lufthansa ed Air France. 

Arrivati a Bangkok dovrete spostarvi verso Krabi, raggiungibile in un’ora e venti con un volo delle compagnie low-cost thailandesi al prezzo di 50-60 euro. 

Per risparmiare sulle diverse spese di viaggio, potete sempre optare per i pacchetti vacanza offerti dai tour operator che propongono albergo e volo a prezzi scontati. 

Il costo all-inclusive parte generalmente dai 700-800 euro fino ai 1.200-1.300 euro a persona. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *