Kanchanaburi

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 27 Agosto 2020

Kanchanaburi: cosa vedere e cosa fare

Kanchanaburi: una località della Thailandia che offre un ventaglio di possibilità e di divertimenti e che al tempo stesso mostra un lato diverso del Paese del Sorriso.

Si tratta di una città di poco più di 30 mila abitanti, sorta nel punto di unione tra i due fiumi Kwai Yai e Kyai Noi, a circa 150 km dalla capitale Bangkok

Se desiderate visitare la città, inserendola magari all’interno del vostro itinerario in Thailandia… siete nel posto giusto!

Il distretto di appartenenza

Prima di addentrarci nella città di Kanchanaburi, occorre contestualizzare la destinazione nel suo distretto di appartenenza. 

La provincia in cui è collocata è la terza per estensione, dopo Nakhlon Ratchasima e Chiang Mai ed è a sua volta capoluogo del distretto di Mueang Kanchanaburi.

Clima, popolazione e aeroporto di arrivo

Il clima di Kanchanaburi e della sua provincia, così come nella maggior parte del Paese, è di tipo tropicale – monsonico

L’umidità si fa sentire tutto l’anno, con picchi di piovosità tra settembre e ottobre e una stagione più secca ma molto calda tra marzo e maggio.

La popolazione di Kanchanaburi conta oltre 30 mila abitanti; considerando la provincia invece gli abitanti superano i 730 mila.

Per arrivare a Kanchanaburi è consigliato atterrare direttamente a Bangkok, l’aeroporto più servito del Paese, che dista poco più di 150 km. 

Per il trasporto è possibile scegliere il pullman per un tragitto di 3 ore e un costo del biglietto di circa 10 euro a persona, oppure il minivan per un tempo di percorrenza di 2 ore e mezza ed un costo di poco superiore rispetto al bus. 

In alternativa potete scegliere il treno, che da un lato vi legherà nella scelta degli orari, ma dall’altro vi consentirà di risparmiare ancor più, con il suo costo di appena 3 euro circa a tratta.

Tour da Bangkok

Le attrazioni da visitare a Kanchanaburi

Offre una moltitudine di percorsi storico-culturali e di attrazioni che ogni anno richiamano migliaia di turisti. Che sia per una gita in giornata da Bangkok o per un soggiorno più lungo, la zona di Kanchanaburi merita assolutamente di essere inserita nel vostro itinerario in Thailandia, con i suoi parchi e le sue cascate, oltre che gli immancabili templi.

Vediamo dunque da vicino le bellezze della più grande tra le province occidentali della Thailandia.

Tra le location più amate impossibile non nominare il Parco Nazionale delle cascate di Erawan, l’Hellfire Pass, il Chonk-kai War Cemetery o il Wat Tham Khao Noi, l’imponente tempio posto su di un’altura da cui godere della vista di tutta l’area.

Le bellissime cascate di Erawan, Kanchanaburi
Le bellissime cascate di Erawan, Kanchanaburi

Le cascate di Erawan ad esempio, sono collocate a 65 km da Kanchanaburi e sono immerse in un’oasi verde; acque fresche e azzurrissime circondate dalla giungla tropicale!

Hellfire Pass, Kanchanaburi
Hellfire Pass, Kanchanaburi

L’Hellfire Pass è un’antica ferrovia ormai in disuso dal fascino indiscusso; consta di un museo che vi consentirà di compiere un viaggio nella memoria per prendere coscienza delle gravi perdite (circa 100 mila lavoratori) che gravitarono intorno alla costruzione di questo tratto di ferrovia.

Il Chonk-kai War Cemetery è tra tutte le attrazioni quella più vicina alla città di Kanchanaburi, da cui dista appena 5 km. Il cimitero di guerra era un tempo un campo base per i prigionieri che lavoravano sulla ferrovia. 

Il tempio Wat Tham Khao Noi, Kanchanaburi
Il tempio Wat Tham Khao Noi, Kanchanaburi

Il tempio Wat Tham Khao Noi, letteralmente tradotto come il tempio della piccola montagna, un imponente tempio buddista in stile cinese la cui pagoda domina l’intera vallata.

Il ponte sul fiume Kwai, Kanchanaburi
Il ponte sul fiume Kwai, Kanchanaburi

E ancora il Ponte sul fiume Kwai, che ha acquistato popolarità dopo l’uscita dell’omonimo film.

Non mancano in città i musei, come il Museo della Guerra, il Thai – Burmese Railway Center, museo interattivo dedicato alla storia della nota ferrovia o il Jeath War Museum, un altro museo della guerra allestito principalmente all’aperto.

Consigliata anche una sosta al Don-Rak War Cemetery, un altro cimitero questa volta posto in centro città.

Impossibile poi non nominare i templi di Kanchanaburi: il Wat Chaichumphon, sorto sulla riva del fiume Mae Klong nel cuore della città, il Wat Thewa Sangkhram, monastero reale dai colori accesi e vivaci, unico per la sua forma o il Tham Phu Wa, a pochissimi km dalla città, che colpisce perché realizzato interamente all’interno di una grotta.

Non si può poi pensare di visitare Kanchanaburi senza farsi contagiare dalle sue proposte di street food. Famoso il suo Night Market, un mercato notturno locale in cui assaporare la vera Thailandia.

Vicinanza con le altre città

Come già mostrato nei primi paragrafi, Kanchanaburi dista circa 150 km da Bangkok, capitale della Thailandia e centro culturale e turistico del Paese.

A circa 170 km invece potrete visitare Ayutthaya, piccola cittadina che sorge all’incrocio tra tre fiumi, località in cui potrete ammirare i resti di alcuni stupendi templi, distrutti nella seconda metà del ‘700 dopo l’invasione birmana.

A poco più di 120 km consigliatissimo il mercato galleggiante di Amphawa e il mercato sulle rotaie di Maeklong, due chicche imperdibili che se avete poco tempo potrete anche visitare in un’unica giornata.

Hotel: dove dormire a Kanchanaburi

La maggior parte dei turisti di passaggio a Kanchanaburi decide di soggiornare a Maenamkwai Road, zona ricca di hotel, ostelli e ristoranti.

Ecco alcuni indirizzi da segnare in vista del vostro viaggio, resort e hotel con le migliori valutazioni online: Good Times Resort, U Incantree, Away Kanchanaburi Dheva Mantre Resort & Spa e il Kanchanaburi City Hotel.

Soggiornare in città, come del resto in gran parte della Thailandia, è piuttosto economico e con i prezzi di un due/tre stelle su scala europea potrete godere di veri e propri Resort dotati di tutti i comfort.

Un’altra soluzione decisamente scenografica e unica, per addentrarsi ancor più nella vita thailandese, è rappresentata dalla possibilità di soggiornare nelle tipiche case galleggianti sul fiume.

Assicurazione di viaggio

Come per qualsiasi destinazione lontana, che spesso si prenota con diversi mesi di anticipo rispetto alla data di partenza, è consigliato stipulare un’assicurazione di viaggio.

La stessa Farnesina raccomanda di stipulare una polizza per coprire le eventuali spese mediche e ospedaliere

Per una copertura completa è possibile scegliere una formula All Risk, che comprende anche l’assicurazione sul furto o sullo smarrimento del bagaglio o l’annullamento del viaggio.

I costi delle assicurazioni variano non solo in base al tipo di copertura che si sceglie, ma anche dalla durata del soggiorno e dall’età dell’assicurato. 

Il consiglio è di leggere sempre con attenzione l’assicurazione prima dell’accettazione per conoscere i dettagli su massimale e franchigie e non andare incontro a spiacevoli inconvenienti.

Pacchetti e voli dall’Italia

Prima di prenotare il vostro soggiorno in Thailandia, non dimenticate di considerare il periodo, informandovi sulle stagioni

Il clima infatti potrebbe essere una determinante nella scelta del periodo dell’anno in cui volare in Thailandia. 

Del resto la stagionalità della destinazione influenza notevolmente i prezzi dei voli e dei pacchetti, portandovi a trovare offerte davvero convenienti nel periodo umido a rischio piogge (la nostra estate), contro prezzi più elevati nei mesi più secchi.

Per il volo consigliamo di atterrare a Bangkok, nel suo aeroporto internazionale e meglio servito della Thailandia. Da Milano Malpensa o Roma Fiumicino troverete alcune partenze settimanali di voli diretti; in alternativa frequenti gli scali su Amsterdam o su Abu Dhabi.

Se il vostro tempo a disposizione è poco o preferite essere guidati nella vostra avventura alla scoperta della Thailandia consigliamo l’acquisto di un pacchetto.

Nella maggior parte dei casi Kanchanaburi è inserita in tour di 1 / 2 settimane che comprendono anche Ayutthaya, Bangkok Chiang Mai, fino ad arrivare a Phuket, Phi Phi Island e James Bond Island se avete più tempo a disposizione.

Un’altra possibilità è acquistare volo e soggiorno in autonomia e affidarsi a tour giornalieri dedicati a specifiche attrazioni o mini tour di 2 o 3 giorni che toccano i punti più significati di Kanchanaburi e dei suoi dintorni.

Per ogni esigenza e possibilità economica, non avrete difficoltà a trovare pacchetti con voli, soggiorni e servizi interni di trasferimento a prezzi davvero competitivi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *