Mercato galleggiante Bangkok

Mercato galleggiante di Bangkok

Bangkok: una grande città capace di racchiudere in sé l’intero spirito della Thailandia, di cui è capitale. 

Situata sulle rive del fiume Chao Praya, Bangkok affascina ogni anno migliaia di turisti provenienti da tutto il Mondo per quel mix di antico e moderno che nel corso degli anni sono stati capaci di fondersi.

Una delle attrazioni più amate e fotografate dai viaggiatori, oltre a templi e spiagge dorate, è certamente il mercato galleggiante di Bangkok.

Vediamo da vicino che cosa fa innamorare i turisti di questi mercati unici, dove si trovano e quando visitarli.

I mercati tra centro e dintorni: quali sono e dove si trovano

Vedere un mercato galleggiante rappresenta una delle esperienze imperdibili per chi visita Bangkok.

Iniziamo dal mercato più vicino al centro di Bangkok, Taling Chan

Ad appena 12 chilometri dal cuore della capitale, è un mercato di piccole dimensioni ma molto apprezzato da turisti e viaggiatori proprio per la sua vicinanza con il cuore della capitale. 

Sulle barche del floating market di Taling Chan potrete vedere cucinare diversi tipi di pesce e frutti di mare, da assaporare poi nei piccoli ristoranti presenti sul porticciolo.

Allontanandoci ora dal centro cittadino e spostandoci nei dintorni, uno dei mercati più apprezzati è quello di Amphawa, a poco più di 50 chilometri verso ovest. 

Tanto artigianato, abbigliamento e le immancabili prelibatezze della cucina thailandese!

Mercato Damnoen Saduak
Mercato Damnoen Saduak

Il più famoso floating market però, resta certamente Damnoen Saduak, anche se è collocato a 100 chilometri dalla capitale (per chi arriva in bus da Bangkok, il viaggio dura circa 2 ore).

Damnoen Saduak è il classico mercato galleggiante thailandese ed anche il più grande e fotografato, diviso tra frutta, carne, pesce, souvenir locali, spezie e stoffe. 

Nel corso degli anni il luogo è diventato altamente turistico; per visitarlo con tutta tranquillità consigliamo una sveglia mattutina all’alba, dato che verso la fine della mattina diventa davvero super affollato!

Frutta e verdura

Frutta e verdura sono le grandi protagoniste nei mercati galleggianti di Bangkok e delle sue immediate vicinanze.

I banchi del mercato sono infatti stracolmi di ogni tipo di frutta e ortaggio: sbucciata, intera, in frullati, insalate, macedonie, gustose torte o nei piatti salati della cucina thai.

Nei mercati galleggianti potrete trovare ogni varietà di frutta e verdura, da quelle più conosciute come banane, ananas, cipolle e melanzane, a quelle più sconosciute e decisamente poco presenti nella cucina occidentale.

Tra queste vi capiterà ad esempio di assaggiare il mango thailandese, il durian con il suo odore intenso, il rambutan o la mela zucchina.

Il consiglio in più: evitate verdura cruda e frutta già sbucciata, che potrebbe essere stata lavata con acqua non perfettamente pulita. Preferite sempre verdure cotte e frutta intera da sbucciare personalmente.

Giorno di apertura (quando visitare i mercati)

Ogni mercato ha i suoi giorni e i suoi orari di apertura.

Ad esempio: il mercato di Taling Chan, quello di Khlong Lat Maymom e il Ban Nam Phueng Market sono aperti solo durante il weekend, dalle 9 alle 17.

Il mercato di Amphawa è aperto dal venerdì alla domenica in orario pomeridiano.

Infine il famoso Damnoen Saduak è aperto ogni giorno, non solo nel fine settimana, in orario mattutino, dalle 7 alle 12.

Qual è il mercato meno turistico

Tha Kha Market, Bangkok

Il mercato meno turistico di Bangkok è certamente quello di Tha Kha, nei pressi del famoso Damnoen Saduak.

Piccolo e tradizionale, è il mercato più frequentato dagli abitanti del luogo e decisamente meno dai turisti.

Il motivo? I giorni di apertura rispettano il calendario lunare Thai, rispettivamente nelle fasi di luna crescente e calante.

Per pianificare una visita in questo mercato vi servirà quindi dotarvi di un calendario lunare thailandese: una vera chicca autentica, davvero imperdibile!  

Pad thai

Una delle specialità tipiche thailandesi che vi capiterà più frequentemente di trovare tra i banchi dei mercati galleggianti che visiterete durante la vostra permanenza a Bangkok sarà certamente il pad thai.

Si tratta di una specialità ormai nota ben al di là dei confini nazionali, composta da pasta di riso fritto accompagnata da pesce o pollo e condita con tofu, peperoncino, verdure e spezie.

Il pad thai può essere presentato in varianti diverse, tutte deliziose e saporite: a voi scegliere la migliore!

Giro in barca sul mercato galleggiante

giro in barca nei mercati galleggianti

Uno dei modi migliori per visitare i mercati galleggianti di Bangkok è farlo direttamente nelle acque thailandesi, per immergersi nella quotidianità locale.

Sono numerose le agenzie che organizzano tour privati generalmente di mezza giornata che vi permetteranno di navigare tra i canali su piccole imbarcazioni.

Tra il vociare dei commercianti, i colori e i sapori tipici di Bangkok, l’esperienza del giro in barca al mercato galleggiante è davvero indimenticabile!

A condurvi in alcuni di questi tour potrete trovare anche delle guide in italiano che vi racconteranno tutti i retroscena della vita quotidiana che ruota intorno ai floating market.

Il costo di queste visite è variabile, ma i prezzi partono indicativamente dai 60 euro a persona.

Quanto dura la visita ad un mercato galleggiante

Un giro alla scoperta di uno dei mercati galleggianti di Bangkok e dei dintorni dura mediamente due ore.

Considerate però che alcuni market, come il famoso Damnoen Saduak distano un centinaio di chilometri dal centro di Bangkok. 

L’organizzazione della vostra visita dovrà quindi considerare anche il tragitto per recarsi al mercato e per rientrare in città.

Da valutare infine la possibilità di unire la visita di due o più mercati, oltre che il piacere di prendersi una pausa ad assaggiare le prelibatezze tipiche della cucina thai in tutta tranquillità.

Altri mercati

Oltre ai mercati già presentati nel primo paragrafo, Bangkok e le sue immediate vicinanze offrono altri market da vivere ed esplorare.

Kwam Riam ad esempio, nella periferia orientale di Bangkok. 

È il più recente dei mercati galleggianti della città ed ha un fascino più moderno ma non per questo meno autentico.

Meno frequentato dai turisti, è un luogo molto piacevole per una passeggiata, per acquistare qualche souvenir ed assaggiare piatti tipici a base di pesce.

Ultimo mercato che nominiamo è il Ban Nam Phueng, ad appena 20 chilometri da Bangkok. 

Rientra tra i floating market anche se ufficialmente si trova sul porto e non sull’acqua! 

Tipico, colorato, affollato: un piacere per la vista, ma soprattutto per il palato, con la possibilità di assaggiare tutte le specialità thai e le tante proposte di street food thailandese.

Railway Market a Bangkok: il mercato sulle rotaie

Railway Market, Bangkok

Uno dei mercati più conosciuti e instagrammati di Bangkok è certamente il Railway Market, conosciuto anche con il nome di Train Market o Maeklong Railway Market.

Da molti considerato il mercato del pesce più grande dell’intera Thailandia, il Railway Market porta questo nome in quanto nel corso degli anni si è esteso così tanto da invadere le rotaie della linea ferroviaria di Maeklong.

I mercanti si trovano così a dover spostare il banchetto o chiudere gli ombrelloni e le proprie tende al passaggio del treno… Uno spettacolo davvero unico al mondo!

Il mercato Khlong Lat Mayom

Mercato Khlong Lat Mayom, Bangkok
Mercato Khlong Lat Mayom, Bangkok

Uno spazio a parte merita infine il Khlong Lat Mayom Market, uno dei mercati più tradizionali in cui respirare il vero spirito thailandese.

Aperto in tempi relativamente recenti, questo mercato nelle vicinanze di Bangkok comprende solo una piccola parte galleggiante (il resto è sulla terraferma) ed è riuscito a richiamare i migliori artigiani e agricoltori locali, offrendo tutto il meglio della produzione biologica dell’area.

Poco turistico (aspetto che contribuisce ad accrescerne il fascino!), si trova nella zona di Thonburi, a ovest del fiume Chao Phraya, a circa 20 Km dal centro di Bangkok.

Dal mercato di Khlong Lat Maymom è possibile inoltre partire con gite organizzate alla scoperta della vita rurale della zona.

Quanto ti è stato utile questo articolo?
[Totale: 0 Media: 0]
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *